Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1007
MODICA - 13/10/2011
Attualità - Interrogazione di Nino Minardo, presa di posizione del procuratore Francesco Puleio

Politica e magistratura in soccorso del Tribunale di Modica

La Finanziaria prevede la soppressione delle sedi "minori", venerdì sera consiglio comunale
Foto CorrierediRagusa.it

Tutti mobilitati in difesa del tribunale. Venerdì sera nell’aula consiliare di palazzo S. Domenico si tiene una seduta aperta del consiglio comunale con la partecipazione dei rappresentanti dell’Ordine forense e dei sindacati di categoria. Le notizie secondo le quali i tribunali «minori» debbono essere soppressi per consentire risparmi nelle spese del ministero della Giustizia ha messo in subbuglio la città nelle sue varie articolazioni.

Assemblee si sono succedute nei giorni scorsi da parte del personale, un ordine del giorno è stato anche votato dall’ Ordine degli avvocati. Anche il sindaco Antonelo Buscema ha preso posizione e la seduta del consiglio di venerdì sarà il momento per rinsaldare le fila. Da parte sua Nino Minardo ha presentato una interrogazione parlamentare al Guardiasigilli, Nitto Palma. Il parlamentare Pdl ha chiesto un confronto con il ministro prima che ogni decisione venga presa.

Rileva Nino Minardo: «Dall’esame dei flussi giudiziari relativi al quinquennio 2004/2008 si evidenzia come i tribunali con organico inferiore a venti giudici abbiano una capacità di smaltimento delle pendenze e delle sopravvenienze in molti casi migliore rispetto a tribunali di maggiori dimensioni. Tra i tribunali con meno di 15 magistrati in organico vi è quello del Comune di Modica, un tribunale storico nel quale si registra il raggiungimento di quegli standard di qualità europei grazie alla rilevante capacità di smaltimento delle pendenze e delle sopravvenienze nonché ad un’efficiente gestione delle pendenze penali. In questo caso l’accorpamento anziché snellire farebbe registrare nuovi aggravi di spesa derivanti dalla necessità di locare ulteriori strutture edilizie, dall’adeguamento delle reti informatiche nonché dai maggiori costi per gli spostamenti del bacino di utenza».

Nino Minardo pensa ad un’ipotesi di modifica della circoscrizione giudiziaria per salvaguardare l’istituzione e comunque ha chiesto un confronto con il territorio e quanto operano nella realtà locale. «I tagli –dice Nino Minardo- devono essere portati avanti con criterio».

Anche il procuratore della Repubblica Francesco Puleio non condivide l’impostazione data al problema da parte del ministero. Scrive il procuratore: «Non può accettarsi una non meditata ed indiscriminata eliminazione di strutture, come quella di Modica, di nuova e moderna concezione e nelle quali più attento è stato, per quello che è la mia personale esperienza, il recupero di funzionalità e di efficienza, tanto da consentire al nostro Tribunale di offrire un servizio all’avanguardia nell’intero panorama nazionale, in termini di prontezza e di certezza delle risposte giudiziarie, sia ai cittadini che alle Istituzioni. Tale soppressione, nociva a fini di contenimento della spesa, suonerebbe come beffarda smentita ai manifestati propositi di attenzione allo sviluppo del territorio.

Oggi il Tribunale di Modica, lungi dal costituire una realtà ‘minore’, rappresenta non solo un presidio storico, protagonista delle memorie e del progresso di questa Comunità sin dal 1392, ma si pone come baluardo in grado di rispondere alla domanda di giustizia e di sicurezza dei cittadini e di contribuire a radicare una vera e propria cultura della legalità, presupposto indispensabile per il rilancio della crescita produttiva ed occupazionale».

(nella foto: l´ingresso del palazzo di Giustizia di Modica in piazzale Beniamino Scucces Muccio)


LA POLITICA SI MOBILITA PER IL TRIBUNALE DI MODICA?
13/10/2011 | 19.08.31
ARISTARK

Mi permetto di dubitare che la politica locale si mobiliti veramente per il mantenimento del Tribunale di Modica, specie da quando alla Procura della Repubblica c´è il dott. Puleio...