Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 538
MODICA - 07/10/2011
Attualità - Discutibile l’interrogazione al ministro Maria Stella Gelmini

Nino contro Nino: Cerruto critica Minardo sul caso "Galilei"

Quando le le polemiche devono per forza sorgere. Regola non scritta?
Foto CorrierediRagusa.it

Non si placano le polemiche sulle vicenda dell’accorpamento delle classi al Liceo Scientifico «Galilei». Le lezioni sono riprese regolarmente da una settimana e le classi sono state accorpate secondo i criteri stabiliti dal dirigente scolastico e dal consiglio di istituto. Nino Cerruto (foto), già vicario del dirigente, ma esautorato dal suo ruolo a seguito dalla vicenda, ritorna sull’argomento perché Nino Minardo ha presentato una interrogazione al ministro Maria Stella Gelmini su episodio che ha visto protagonista il docente ed il consigliere comunale Nino Gerratana.

Nino Cerruto insieme ad altri docenti chiamò infatti la Digos al Galilei per l’indebita presenza del consigliere comunale durante le lezioni. Il parlamentare Pdl ha chiesto ora al ministro se non «ritenga opportuno alla luce dell´ampio risalto mediatico che la vicenda ha assunto, acquisire gli elementi necessari alla valutazione dell´episodio di cui in premessa e predisporre idonei interventi sul posto". Nino Cerruto,che aveva addebitato a Nino Minardo di aver votato in parlamento la riforma Gelmini, che poi ha contesta nel suo territorio nel momento in cui è esplosa la questione, ritiene di essere entrato nel mirino del parlamentare solo per aver svolto il suo ruolo. Denuncia Nino Cerruto, che tra l’altro ricopre la carica di consigliere comunale per il movimento «Una nuova Prospettiva» che fa parte della maggioranza, «un inquietante potere presente in città che usa tutti i mezzi e le istituzioni per delegittimare chi si permette di criticare il «principe» di turno».

Il docente - consigliere ne ha anche per il dirigente scolastico cui addebita la responsabilità di essersi allineato sulle posizioni di Nino Minardo, di averlo difeso in sedi ufficiali e poi di aver defenestra lo stesso Cerruto dal ruolo di vicario minacciandolo di farlo trasferire dal Galilei il prossimo anno scolastico. Nino Gerratana dal suo canto non ci sta vuole conto e ragione del comportamento assunto dal docente nei suoi confronti. Il consigliere comunale annuncia di avere preparato un dossier sui comportamenti assunti da Nino Cerruto in questi anni all’interno della scuola.