Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 935
MODICA - 29/09/2011
Attualità - Il gruppo editoriale lamenta i mancati pagamenti di enti pubblici e della sovvenzione statale

Stipendi arretrati, a Video Mediterraneo è agitazione

Presa di poszione dell’ Assostampa regionale a difesa dei dipendenti

Stipendi in ritardo da cinque mesi ed è stato di agitazione a Video Mediterraneo. Lo ha proclamato la Giunta esecutiva dell’Associazione Siciliana della Stampa che ha ricevuto espresso mandato da parte dei dipendenti dell’azienda editoriale di occuparsi del caso. I dipendenti dell’azienda, amministrativi, tecnici, giornalisti, hanno manifestato all’editore, Carmelo carpentieri, tutto il loro disagio e le loro difficoltà nella gestione della vita quotidiana e familiare a causa del notevole ritardo con cui vengono erogati gli stipendi.

Lo stesso sindacato si è detto molto preoccupato «per il nuovo stato di crisi del gruppo editoriale con grave pregiudizio per la loro tranquillità socio-economica ed inevitabili conseguenze negative sul piano professionale». Si tratta del secondo stato di crisi negli ultimi tre anni e ciò non fa presagire nulla di buono.

I dipendenti lamentano inoltre che da parte dell’editore non ci sia stata alcuna comunicazione sui reali motivi del ritardo nel pagamento degli stipendi. Da parte sua Carmelo Carpentieri addebita ai ritardati introiti da parte degli enti pubblici e locali le difficoltà emerse in questi mesi. Inoltre non è stata erogata ancora la sovvenzione statale a favore delle emittenti locali.

Lo stesso editore si dice sereno e confida che la vicenda possa sbloccarsi a breve. Da parte sua il sindacato non vuole demordere ed annuncia: « Attiveremo tutte le azioni ritenute utili per assistere i colleghi nel recupero delle mensilità maturate e per le necessarie garanzie per il futuro.» Da ieri intanto nelle varie redazioni stato di agitazione con orari applicati alla lettera e niente straordinari».