Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1020
MODICA - 29/01/2008
Attualità - Modica - Riunione sulla mobilità alternativa

Una scala mobile collegherà
il centro con Modica Alta

La sovrintendenza ha dato il suo benestare Foto Corrierediragusa.it

La sovrintendenza ha dato il suo benestare al progetto di una scala mobile per il collegamento tra il centro storico e la chiesa di S. Giovanni a Modica Alta. La riunione tenuta a palazzo S. Domenico alla presenza dei tecnici e della sovrintendente Vera Greco (nella foto da sx con il sindaco Piero Torchi e l´assessore Giovanni Scucces) è servita a fare chiarezza e ad imboccare la direttrice giusta per arrivare al finanziamento.

L’impianto collegherà il parcheggio di S. Francesco alla cava all’entrata della città con lo spazio retrostante la chiesa di S. Giovanni grazie ad un percorso di 500 metri ed un dislivello di 100 metri. L’opera può essere finanziata grazie ai fondi stanziati nella finanziaria nazionale per complessivi quattro milioni di euro per la mobilità alternativa.

Il comitato di Modica Alta aveva proposto questa ipotesi di lavoro per collegherà in modo funzionale e veloce le due parti della città trovando nell’amministrazione attenzione da parte dell’assessore ai Ll.Pp. Giovanni Scucces. L’amministrazione ha così riposto nel cassetto l’ipotesi progettuale del piano Ciuffini che prevedeva un collegamento con ascensore da viale Quasimodo a S. Teresa. L’impianto è stato infatti giudicato dal punto di vista tecnico oneroso, di difficile gestione e dal forte impatto ambientale.