Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1168
MODICA - 28/09/2011
Attualità - Cgil ed Uil preannunciano agitazioni se non ci saranno risposte a breve

Due stipendi arretrati, comunali sul piede di guerra

Si tratta delle mensilità di agosto e settembre ma i sindacati chiedono anche certezze sul futuro

Due stipendi arretrati e tanta incertezza sul futuro. Cgil ed Uil richiamano il sindaco al rispetto del contratto dei dipendenti e chiedono chiarezza. I dipendenti hanno già maturato agosto e settembre ed hanno ricevuto informazioni contraddittorie da parte dell’amministrazione; questo è quanto lamentano Cgil ed Uil in riferimento alla comunicazione dell’assessore al bilancio, Santino Amoroso, che lo stipendio di agosto sarebbe stato pagato con l’ultima quota del trasferimento regionale di quasi un milione di euro.

Nel frattempo, lamentano i sindacati, la somma è stata utilizzata per fronteggiare altre emergenze senza che i dipendenti siano stati presi in considerazione. Dicono Salvo Terranova ed Ettore Rizzone a nome dei dipendenti: «L’amministrazione trovi una soluzione adeguata al problema, trovando modalità e percorsi in grado di scongiurare anche il solo profilarsi di situazioni di impoverimento di tanti tessuti familiari. Dopo tre anni l’amministrazione ancora non è ancora riuscita a risolvere in maniera efficace la sfida di mettere i dipendenti in sicurezza, facendo loro percepire le spettanze puntualmente ogni mese, così da non esporli a difficoltà di gestione individuale e familiare».

I sindacati chiedono dunque certezze ed annunciano manifestazioni di protesta giornaliera se gli stipendi non saranno pagati. Inoltre chiedono un confronto sul bilancio di previsione per discutere delle entrate fiscali e del piano di dismissione dei beni comunali.