Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1278
MODICA - 29/01/2008
Attualità - Modica - L’obiettivo dell’Istituto di Istruzione Superiore

Dispersione scolastica:
il Verga previene il fenomeno

Un piano integrato degli interventi dei progetti PON 2007-2013 Foto Corrierediragusa.it

Prevenire la dispersione scolastica. ? l’obiettivo dell’Istituto di Istruzione Superiore ?G. Verga’ di Modica, che ha deciso di puntare dritto al raggiungimento del suo scopo attraverso un’azione mirata ad un’utenza ampia: studenti, cittadini comuni, extracomunitari, con interventi di sensibilizzazione e, per il corpo docente, di aggiornamento.

Un piano integrato degli interventi dei progetti PON 2007-2013 ricco e variegato che vedrà la scuola impegnata su diversi fronti: il ?Verga’, ad esempio, ha organizzato dei corsi di informatica diversificati in livello medio per docenti con lo studio e l’applicazione di strategie alternative come l’uso del registro elettronico che velocizzerà ed agevolerà i rapporti tra gli insegnanti e le famiglie, le lavagne multimediali, l’utilizzo delle quali è stato proposto nel progetto nazionale Digi Scuola, cui il ?Verga’ ha aderito, ed ancora l’uso dei learning object, ecc.

Gli alunni delle classi quarte, poi, nell’anno scolastico in corso, verranno coinvolti in uno stage formativo in Italia che darà loro l’occasione di affacciarsi al mondo del lavoro e di applicare tutte le nozioni (informatica, lingue, pedagogia, ecc.) apprese in classe.

Un progetto innovativo e interessante, presentato nei giorni scorsi, nell’auditorium della scuola, agli studenti, che sono rimasti entusiasti, è ?Grafica e Rendering’, incentrato sulla grafica, che vedrà la realizzazione di un laboratorio informatico di grafica per gli studenti del Geometra e del TIMA (Tecnico dell’industria del mobile e dell’arredamento) e l’ottimazione del corso di formazione corrispondente, fornendo agli alunni un nuovo approccio alle tecnologie informatiche, che vedranno i corsisti costruire, mediante il programma Blender, l’immagine tridimensionale della struttura geometrica del modello ideato e delle sue parti ed assegnare alle superfici dell’oggetto virtuale e delle sue parti colori, texture ed effetti cromatici mirati ad ottenere un’immagine realistica tridimensionale del modello, disponendo luci appropriate all’effetto da simulare.

Un progetto finalizzato anche al recupero, consolidamento e potenziamento delle abilità e delle competenze trasversali linguistico-espressive, logico-matematiche ed operative degli studenti. «E’ tutto pronto per avviare questa programmazione diversificata - ha detto il dirigente scolastico, prof. Giorgio Stracquadanio -, una nuova sfida che l’Istituto intraprende per combattere la dispersione scolastica e sviluppare, di contro, le competenze dei nostri studenti, nonché per attuare la strategia del ?Life Long Learning’ (Apprendimento per tutto l’arco della vita).

Rientrano in tale strategia due interessanti corsi che verranno avviati a breve e per i quali sono aperte le iscrizioni: ?Tecnologia per continuare ad apprendere’ consistente in un corso base di informatica’ e ?Livello base di lingua italiana per immigrati’». Questi due ultimi progetti sono finalizzati a contrastare l’esclusione sociale in tutte le sue forme, con l’obiettivo di promuovere percorsi ed attività di formazione professionale per l’accrescimento delle competenze di soggetti deboli tendente a favorire l’inserimento sociale e nel mondo del lavoro.

Il corso si strutturerà in ?comunicazione’ ?testo descrittivo’, ?testo espressivo’, ?lettera, curriculum, telegramma, email’, per dare ai corsisti gli elementi base delle abilità linguistiche: saper ascoltare, saper parlare, saper leggere e scrivere semplici messaggi in lingua italiana. Sarà costante la presenza di docenti esperti che seguiranno gli extracomunitari nel loro percorso formativo che durerà 60 ore, di un tutor interno all’Istituto e di personale esperto in orientamento.