Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 872
MODICA - 25/09/2011
Attualità - Il parcheggio è stato libero nei 500 stalli con un mancato guadagno di 700 euro al giorno

Da oggi zone blu di nuovo a pagamento, tornano le schede

Francesco Stornello, liquidatore ex Multiservizi, chiarisce alcuni punti della vicenda
Foto CorrierediRagusa.it

Da lunedì si torna a pagare per parcheggiare nelle strisce blu (nella foto; via S. Cuore). Lo assicura uno dei liquidatori della ex Multiservizi, Francesco Stronello: «Stiamo già consegnando le schede che ci sono state fornite dalla tipografia dopo non poco insistenze da parte nostra. Si è trattato di un processo di stampa lungo perché bisogna ripassare le schede due volte applicando la patina argentata che l’automobilista deve grattare per convalidare la scheda».

Da tre settimane parcheggiare nelle strisce blu è stato possibile senza pagare la scheda per l’esaurimento delle scorte. La vendita eccezionale di agosto, grazie anche alla presenza di molti turisti, ha di fatto esaurito le schede a disposizione di tutti i rivenditori della città e per gli utenti è stata un’autentica festa. Anche i dodici ausiliari hanno praticamente fatto vacanza visto che è venuta meno la ragione della loro presenza anche se Francesco Stornello si affretta a precisare: «Il personale non è solo adibito al controllo ed alle contravvenzioni ma anche ad altre funzioni connesse non il parcheggio nelle zone riservate».

Gli automobilisti sono dunque avvisati ed in ogni caso rivenditori ed ausiliari si premureranno di informare gli utenti delle strisce blu sul ripristino del pagamento del ticket. Nel frattempo i liquidatori hanno fatto un po’ di conti considerando il mancato introito di queste tre settimane. Spiega Francesco Stornello: «Preciso innanzitutto che gli introiti delle strisce blu vanno alla società e non al comune; siamo noi a pagare duemila euro al mese al comune per la concessione dei 500 stalli. Di questi solo 250 sono realmente appetibili e sfruttati in modo intenso per cui gli incassi giornalieri sono in media di 530 euro dalle schede e di 200 euro per le contravvenzioni. Si tratta di liquidità che la società utilizza per il pagamento degli stipendi del personale e che, in questo mese, certamente ci mancherà; noi tuttavia abbiamo provveduto per tempo ad ordinare le schede ma i processi di stampa sono stati veramente lunghi e non imputabili a noi».

Il problema delle schede, che si ripresenta con puntualità ogni anno, potrebbe essere risolto con l’installazione delle centraline come avviene da tempo nel capoluogo: E’ una soluzione cui si sta pensando come conferma lo stesso Stornello: «Installare le centraline non è un problema e noi siamo pronti dal punto di vista tecnico. Dobbiamo solo superare un problema giuridico per l’aggiudicazione della gara di appalto».


consumatore di park card
26/09/2011 | 10.32.01
tony blair

Egregio Professore Gennaro la ringrazio con i suoi articoli e la sua attenzione al GRAVE mancanza delle park card finalmente risolto! ora la invito visto che Lei è un attento osservatore dei problemi di Modica di mettere in risalto alcune cose che secondo la mia modesta opinione meriterebbe altrettanto attenzione vedi per esempio i marciapiedi INVASI TOTALMENTE SENZA NESSUNA REGOLA dai vari bar , ristoranti, trattorie, etc etc che non lasciano lo spazio nemmeno per camminare in fila indiana vedi corso umberto , vedi via vittorio veneto guardi guardi e poi non ha notato che l´orologio del castello, simbolo di Modica è fermo da almeno 6 mesi ? anzi ora anche la rocca è con qualche faro spento, certo i costi per la sistemazione saranno proibitivi!!!! crisi si , risparmio si ma INDECENZA NO NO NO !!!! siamo un paese dell´UNESCO SI O NO?
E ALLORA DIAMOCI UNA MOSSA !!!!!!!!