Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1301
MODICA - 14/09/2011
Attualità - I 12 dipendenti non possono multare perchè non si trovano le schede da esporre sul cruscotto

A Modica park card introvabili per le zone blu!

Ecco dunque che gli ausiliari del traffico si limitano a dare informazioni o fornire qualche indicazione a turisti in cerca di indirizzi
Foto CorrierediRagusa.it

Parcheggio libero ed ausiliari del traffico a passeggio. I dodici addetti al servizio di vigilanza per il parcheggio sulle strisce blu sono da cinque giorni senza lavoro; non che restino a casa ma manca loro lo scopo primario della loro presenza.

Ecco dunque che si limitano a dare informazioni o fornire qualche indicazione a turisti in cerca di indirizzi. Da giorni tutte le rivendite sono prive di park card e per gli automobilisti è facile ed anche comodo, oltre che gratuito, parcheggiare in centro. Mancano le schede di qualsiasi fascia oraria perché non si è provveduto a stamparle in tempo ed ecco allora che il ruolo degli ausiliari del traffico diventa senza senso. Niente schede, niente controlli, niente multe, niente introiti per le casse comunali: il cerchio si chiude senza tante difficoltà.

Sono gli stessi ausiliari ad informare della mancanza delle schede e quindi dell’impossibilità per gli automobilisti di esibire il tagliando sul cruscotto. Molti automobilisti si sono dannati l’anima all’inizio per cercare di recuperare qualche scheda per non incorrere nelle multe; le visite ai vari esercizi commerciali si sono rivelate inutili. I rivenditori da parte loro sono in attesa che qualcuno si presenti con la mazzetta di schede ma finora nulla di tutto ciò è avvenuto.

«Attendiamo da cinque giorni – dice il titolare di una rivendita di Corso Umberto - Non è il caso che noi facciamo richiesta delle schede perché riceviamo le forniture in modo automatico. Evidentemente ci sono difficoltà. A chi ci chiede diciamo che non ci sono problemi per le strisce blu ed in cambio riceviamo un bel sorriso».


il tema era la mancanza delle card
16/09/2011 | 10.17.04
Giorgio

Prima di usare il sarcasmo, sarebbe meglio leggere con attenzione i commenti. Nel mio non c´è nessuna citazione agli ausiliari del traffico i quali fanno e devono continuare a fare il proprio lavoro; in questo caso sono impossibiliatti per cause non di loro pertinenza. Il mio si riferiva al tema della notizia (mancanza delle card - vedi titolo news), problema risolvibile con l´installazione delle colonnine, ripeto, così come avviene in tutte le altre città d´italia. Sul dubbio che lei ha riguardo l´utilizzo abusivo delle zone blu, stia tranquillo, a parte il fatto che sono un onesto cittadino, le dico che ho lasciato Modica 5 anni fa, quindi non si preoccupi non arreco nessun danno al comune.
Card o non card: viva Modica!


ECCO LA SCIENZA ECONOMICA
15/09/2011 | 13.06.19
Luigi

Sono i classici commenti di chi ama dire quello che la gente vuole sentirsi dire:tutti a casa ed a zappare.
Questi geni del risanamento sanno che se le colonnine rilasciano il biglietto,ci vuole qualcuno che vigili sul fatto che i cittadini lo appongano sul cruscotto?Oppure ci sarà un occhio dall´alto,un sistema digitale,un sistema avvenieristico che rilascia il biglietto,controlla l´effettiva apposizione ed in caso contrario,sanziona.
I dipendenti,quelli che subiscono i 40 gradi,come anche il freddo invernale,non hanno responsabilità se chi dovrebbe curare la parte amministrativa,non si preoccupa di rifornire i vari punti vendita.
Chiedo ai due commentatori, Tremonti e Draghi, di illustrare come sanzionare chi non utilizza la park card,fermo restando il fatto che l´organico della pulizia muimcipale non riuscirebbe a coprire la vigilanza sulle zone blu dislocate su tutta Modica.
Sulle colonnine sono d´accordo, ma sul vigilare affinchè gli utenti appongano il biglietto,mi chiedo e chiedo ai luminari della scienza economica e finanziaria, come pensano di sostituire l´operato dei lavoratori.
Il fatto è che a volte, parliamo come il peggior politico, senza valutare la scelta migliore ed in particolare più redditizia per l´ente.
Il compenso dei dipendenti,se questi sono messi nelle condizioni di lavorare,controllare e sanzionare,verrebbe fortemente coperto dalle multe potenzialmente elevate.
Piuttosto mi sorge il dubbio che questi due blogger, siano dei fruitori "abusivi" delle zone blu o che preferirebbero campo libero in tutto.


14/09/2011 | 13.17.12
Nele

Ha ragione il commentatore Giorgio; il problema è che il clientelismo morirebbe, se qualcuno dicesse chiaro e tondo che gli inutili "ausiliari del traffico" potrebbero essere sostituiti da colonnine e pochi vigili costretti a fare il lavoro per il quale sono stati assunti...
In breve, dobbiamo continuare a regalare degli stipendi, senza nemmeno usufruire del servizio fornito... Bella città!


cambiare metodo
14/09/2011 | 9.42.15
Giorgio

Basterebbe installare le colonnine che rilasciano il biglietto presenti ormai in qualunque parte d´italia, per evitare questi e altri problemi, anzichè andare alla ricerca del rivenditore che vende le schede, fare la fila per acquistarle, grattare col rischio di sbagliare e non avere la libertà di poter scegliere i minuti di sosta...