Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 892
MODICA - 10/09/2011
Attualità - Sebastiano Failla: "Avevamo ragione noi, l’assessore si è ricreduto"

Per la Tarsu si paga fino ad aprile 2012, resta la ex Eca

L’addizionale va comunque pagata e Fli, Fds, Isa, Cittadini Liberi si arrabbiano

Le code continuano all’ufficio tributi. Molte le richieste di chiarimenti da parte dei contribuenti se le cartelle recapitate a metà estate dovevano essere saldate entro il mese di agosto, almeno come pagamento della prima rata.

Santino Amoroso, assessore alle entrate, rassicura: «La somma indicata in cartella può essere dilazionata fino a cinque rate che comunque vanno pagate entro aprile del prossimo anno. Il tributo da quest’anno è riscosso direttamente dal comune e non dalla Serit ed è gestito direttamente dai nostri uffici». Sulla scadenza delle rate e sul termine che in un primo momento era stato fissato a fine agosto ha fatto sentire la sua voce il fronte delle opposizioni; da Forza del Sud a Fli sul piano politico e da associazioni di consumatori e sindacati come l’Isa e Cittadini Liberi.

Per Sebastiano Failla e Giorgio Aprile, Fds, la battaglia intrapresa a sostegno dei contribuenti ha pagato: «L’assessore Amoroso ha fatto un passo indietro ed ha chiarito che i termini della Tarsu scadono ad Aprile 2012. Amoroso ha fatto tanta confusione e sarebbe il caso che si dimettesse. L’assessore inoltre ha caricato di un dieci per cento la Tarsu con l’addizionale ex Eca invocando una recente sentenza. Ricordiamo che 600 cittadini indignati hanno firmato la petizione di protesta promossa da Cittadini Liberi, Isa, Forza del Sud, Futuro e Libertà, Fare Verde, per chiedere la cancellazione dell’addizionale».

Santino Amorso dal suo canto è imperturbabile ed invoca il parere richiesto ad un tributarista, l’avvocato Sergio Trovato, che ha confermato la legittimità dell’operazione. Chiarisce Amoroso: L’addizionale è applicabile ma se non lo fosse il comune è legittimato ad aumentare la tariffa per corpire i costi del servizio. L’applicazione della addizionale Eca è dunque ininfluente rispetto alla somma che il cittadino deve pagare».

Per Sebastiano Failla e Giorgio Aprile il comportamento dell’assessore alle Entrate è da censurare perché impone un balzello che non fa altro che aumentare un costo che è già alto e che sfiora i 500 euro per una famiglia media.


Notifica
11/09/2011 | 20.50.14
Meno Rosa

Qualche domanda all´Assessore competente:
1)Ma questi tributi come e quando sono stati notificati ai cittadini contribuenti?
2)Quando un cittadino contribuente viene a conoscenza dell´importo esatto che deve versare al Comune?
3)Da quando decorrono i tempi di pagamento e la eventuale mora per ritardato pagamento?
4)Quali le possibilità del cittadino contribuente di avere diritto alle rateizzazioni previste dalle norme vigenti?
5)Perchè tutte queste importanti informazioni non vengono in modo chiaro fornite unitamente all´avviso, anzi meglio dire NOTIFICA di pagamento attuata SECONDO LEGGE?


Caro assessore...
11/09/2011 | 10.35.54
Reyals

Caro assessore... quando dici "Il tributo da quest’anno è riscosso direttamente dal comune e non dalla Serit ed è gestito direttamente dai nostri uffici" non dici il vero in quanto il sottoscritto essendosi recato all´ufficio tributi si è sentito dire che il pagamento DEVE ESSERE EFFETTUATO ALL´UFFICO POSTALE O PRESSO UN QUALSIASI TABACCAIO. Altri balzelli di cui io personalmente ti ringrazio, caro assessore!!!


Molto bene.
10/09/2011 | 23.52.59
Emanuele Guerrieri Ciaceri

Bene. Che il Comune lasci pure tutto com´è. Io l´addizionale non la pago. Tanto in commissione tributaria si vince facile. Fate tutti come m´è, sottraete il dieci per cento e poi pagate con un bollettino non premarcato.