Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 312
MODICA - 02/09/2011
Attualità - Loredana Longo ed il suo progetto "Demolition squatter"

Cadono le palazzine di Treppiedi ed è subito arte

L’intenzione dell’artista è quella di chiudere una piccola parte di spazio localizzata al secondo piano di uno dei ruderi, simulando una costruzione abusiva da parte di un vagabondo.

La demolizione delle palazzine di Treppiedi Nord ha ispirato una giovane artista, Loredana Longo, a realizzare «Demoliton Squatter». E’il nome del progetto, che si inserisce in sequenza rispetto agli ultimi da lei firmati ed affronta «l’estetica della distruzione», attraverso cui ha voluto riconsiderare la visione estetica classica, partendo dal presupposto che l’esposizione mediatica a eventi come le guerre e le devastazioni abbia mutato la nostra percezione delle cose.

L’intenzione dell’artista è quella di chiudere una piccola parte di spazio localizzata al secondo piano di uno dei ruderi, simulando una costruzione abusiva da parte di un vagabondo, un intruso, uno «squatter» appunto. I materiali utilizzati per allestire quest’angolo saranno cartoni, stoffe, plastiche, finestre rotte, materassi, allo scopo di dare l’idea che qualcuno si sia impadronito in modo illecito di questa parte dell’edificio per farne la sua momentanea abitazione.

L’artista realizzerà delle riprese video prima, durante e dopo l’intervento, cioè al momento del crollo, ovviamente dopo Il risultato finale sarà un video, che documenterà le varie fasi del lavoro di demolizione, e assumerà un valore diverso proprio per la presenza di questo intervento artistico.