Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1035
MODICA - 26/08/2011
Attualità - Approvato in Consiglio il regolamento della videosorveglianza

Modica, telecamere per garantire sicurezza ai cittadini

Il vice sindaco Enzo Scarso: «Stiamo vigilando, diversi manifesti abusivi sono stati già individuati»

Affissioni abusive e telesorveglianza. Sono i due argomenti principali trattati nell’ultima seduta del consiglio comunale, nel corso della quale è stato approvato il regolamento che disciplina proprio la videosorveglianza, che, allo stato, risulta ancora inattiva. Al di là dei problemi di privacy sollevati dalla civica assise, alla fine si è deciso all’unanimità di procedere all’adozione del regolamento, propedeutica all’attivazione della telesorveglianza per garantire quella sicurezza più volte invocata dai cittadini.

L’occhio elettronico delle telecamere potrebbe altresì fungere da deterrente per chi continua ad affiggere manifesti abusivi, in barba al regolamento comunale. A risentirne è l’immagine della città e le imprese che pagano regolarmente l’imposta. Questi manifesti abusivi rimangono affissi per diversi giorni, nonostante siano abusivi.

Secondo il movimento politico Una nuova prospettiva, a suo tempo accusato di abusivismo per dei manifesti sull’assenza dei vigili urbani dalle strade, bisogna intervenire sul manifesto selvaggio e fare in modo che l’ufficio legale porti avanti le pratiche per colpire gli abusivi, inoltrando alla procura i nomi dei responsabili. Il vice sindaco Enzo Scarso ha puntualizzato che l’amministrazione sta vigilando e diversi manifesti abusivi sono già stati coperti. L’ufficio legale deve peraltro ancora recuperare le somme della campagna elettorale del 2008.