Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1181
MODICA - 22/01/2008
Attualità - Modica - Progetto della Provincia e dell’alberghiero "Grimaldi"

"Insieme in acqua" per aiutare
i diversamente abili

Coinvolti 25 alunni diversamente abili affiancati da altrettanti alunni normodotati Foto Corrierediragusa.it

«Insieme in acqua» è il nome del progetto realizzato dall’Assessorato Provinciale alle Politiche Sociali e dall’istituto alberghiero «Principi Grimaldi» di Modica nella piscina comunale.

Coinvolti 25 alunni diversamente abili affiancati da altrettanti alunni normodotati nella funzione di tutors impegnati in un unico gruppo di lavoro. Gli studenti destinatari sono stati scelti su indicazione dei rispettivi docenti di sostegno di concerto con quelli di educazione fisica. In termini operativi a ciascun alunno disabile è affiancato, oltre al proprio docente di sostegno, anche un compagno di classe che praticherà al suo fianco le lezioni di nuoto. Sono coinvolti in questo progetto anche gli assistenti igienico sanitari assegnati dalla provincia agli alunni con disabilità.

«L’idea progettuale - dichiara Raffaele Monte (nella foto) assessore provinciale alle politiche sociali - scaturisce dalla reale esigenza di offrire agli alunni diversamente abili presenti dell’alberghiero di Modica una ulteriore opportunità di integrazione nel tessuto scolastico attraverso una comune esperienza motoria vissuta insieme agli studenti di altre classi. La formazione di una «classe aperta» permette agli alunni e docenti di vivere la scuola in un contesto diverso ma altrettanto stimolante rispetto alle quotidiane attività didattiche».

La Provincia ha accolto l’idea progettuale presentata dal preside Enzo Bonomo e dalla referente del progetto Rosa Maltese, docente. Con questo progetto si concorre al raggiungimento di alcuni importanti obiettivi riferiti sia agli studenti diversamente abili sia agli studenti normodotati.

Per i primi si punta al raggiungimento di adeguati livelli di autostima, alla ristrutturazione al consolidamento ed alla rielaborazione degli schemi motori di base, all’ottenimento di accettabili risultati riguardo all’ambientamento in acqua, un rinnovato spirito di gruppo e senso di appartenenza tendenti a migliorare i rapporti interpersonali. Si raggiungeranno così apprezzabili livelli di autonomia sociale e personale con notevoli riflessi positivi sulla vita quotidiana.

Per gli altri, si porranno le condizioni per comprendere come la disabilità in genere possa essere fonte di risorse inestimabili per un contesto sociale rispettoso dei diritti dell’uomo. I ragazzi impareranno a ritrovare nei loro compagni delle persone ricche di sentimenti, di emozioni e di voglia di vivere e dalla semplicità e dalla sincerità dei loro compagni diversamente abili ad amare e rispettare tutto ciò che li circonda. Il periodo di svolgimento del progetto sarà da gennaio a maggio 2008.