Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 814
MODICA - 01/08/2011
Attualità - Nuova data il 28 agosto

Slitta di 3 settimane distruzione "scheletri"

E’ quanto deciso dal Comitato per la Sicurezza riunitosi in Prefettura

Slitta di tre settimane l’abbattimento degli "scheletri" dei palazzi popolari di Treppiedi Nord. Le operazioni, infatti, in origine previste per domenica 7 agosto, sono state differite all’ultima domenica di agosto, giorno 28. E’ quanto deciso dal Comitato per la Sicurezza riunitosi in Prefettura a Ragusa che si sta occupando di tutte le procedure propedeutiche all’evento che eliminerà dopo decenni le vecchi strutture scheletriche realizzate dall’Istituto Autonomo Case Popolari di Ragusa negli anni settanta e mai completate.

C’è necessità di altro tempo per completare l’iter che prevede tanti adempimenti tra i quali quelli di notificare personalmente a tutti i nuclei familiari che risiedono in un perimetro ben definito rispetto all’ubicazione degli immobili che si trovano in Corso Sandro Pertini, nella Zona 167. Ci sarà l’evacuazione completa dell’intera area che dovrebbe iniziare dalle otto.

Alle dieci, poi, l’esplosivo che abbatterà le strutture, operazioni che saranno effettuate dall’Impresa di Costruzioni C.G.F. di Modica che ha reso visibile su apposito sito internet un’interessante selezione di video internazionali sulle esplosioni più emozionanti di edifici e grattacieli. «Quello di Modica – dicono i responsabili dell’impresa – sarà uno «spettacolo» eccezionale anche perché dovrebbe essere la prima esplosione in Sicilia di strutture con un’altezza di oltre quaranta metri».