Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 670
MODICA - 27/07/2011
Attualità - Nel reparto di Oftalmologia dell’Ospedale Maggiore di Modica

Nuova tecnica oculistica per evitare trapianto cornea

E’ stata applicata dal direttore dell’Unità Operativa di Oculistica Antonino Bongiorno e dalla sua equipe a due pazienti

Una moderna tecnica oculistica di cheratoplastica è stata applicata nel reparto di Oftalmologia dell’Ospedale Maggiore di Modica, dal direttore dell’Unità Operativa di Oculistica Antonino Bongiorno e dalla sua equipe a due pazienti che necessitavano di un trapianto corneale per recuperare il grave deficit visivo. L’intervento di cheratoplastica endoteliale automatizzata con stripping della descemet (Dsaek) è una moderna tecnica chirurgica che consente la sostituzione del «foglietto» interno della cornea e non di tutto lo spessore corneale.

L’intervento è stato effettuato su due pazienti con grave deficit del visus, determinato dallo scompenso dell’endotelio corneale (ovvero da danno del foglietto interno). Entrambi gli interventi eseguiti in anestesia locale hanno permesso ai pazienti un rapido recupero visivo, poiché tale tecnica non prevede punti di sutura, nonché minori rischi di rigetto, oltre al fatto che questa nuova tecnica non induce difetti refrattivi rilevanti.