Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 699
MODICA - 17/07/2011
Attualità - Modica: la notizia arriva dal centro regionale del 118

Riattivata a Modica la seconda ambulanza, "battaglia" vinta

Il sindaco, quale massima autorità sanitaria cittadina, aveva inviato una lettera di protesta al responsabile del 118 contestando la scelta di spostare a Pozzallo la seconda ambulanza di stanza a Marina di Modica

Riattivato a Marina di Modica il servizio di soccorso della seconda ambulanza del 118. Il sindaco Antonello Buscema ha ricevuto la conferma della riattivazione dell’ambulanza dal responsabile del 118 Sicilia Isabella Bartoli, al termine di un colloquio telefonico ed stata confermata dagli uffici comunali della delegazione del centro rivierasco. Da venerdì pomeriggio l’ambulanza sosta davanti il presidio sanitario di Marina di Modica ubicato nel complesso Auditorium «Mediterraneo.

Buscema, quale massima autorità sanitaria cittadina, aveva inviato una lettera di protesta al responsabile del 118 contestando la scelta di spostare a Pozzallo la seconda ambulanza di stanza a Marina di Modica, per sopperire alla mancanza del mezzo di soccorso nella cittadina marinara, in quanto guasto. «Accogliamo positivamente la notizia – commenta il sindaco – che rassicura tutti, soprattutto chi in questo periodo sta trascorrendo le vacanze a Marina di Modica e, in generale, nel territorio comunale. Modica tona quindi ad avere due ambulanze operative. Soddisfazione viene espresse dal capogruppo consiliare del Pdl Luigi Carpenzano, che si era detto pronto ad ogni forma di protesta per salvaguardare il diritto all’assistenza.

Il consigliere si era rivolto al sindaco per risolvere il problema in un momento dell’anno in cui la disponibilità delle due ambulanze risultava quanto mai necessaria. A sua volta Buscema aveva inviato una nota di protesta al rappresentante legale del servizio 118 Sicilia e, per conoscenza, al direttore generale dell’Asp 7 di Ragusa Ettore Gilotta, condannando la decisione di togliere un’ambulanza a Modica per destinarla altrove. «La decisione di dimezzare il numero di ambulanze sul territorio – sosteneva Buscema – la ritenevo non solo incomprensibile, ma anche rischiosa in quanto il territorio della mia città non poteva vedersi garantito il servizio di emergenza primario, appoggiandosi su una sola unità operante, peraltro, in una vasta area oggi maggiormente popolata da turisti e villeggianti».