Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 804
MODICA - 01/07/2011
Attualità - L’aula di palazzo S. Domenico ha votato un ordine del giorno, incontro stamane in Prefettura

Dal Consiglio no alla chiusura della stazione CC a Frigintini

Lungo dibattito tra tutte le forze, Buscema ha elogiato la partecipazione civile della frazione

Il sindaco si presenta oggi al prefetto con un mandato preciso. Il consiglio comunale ha affidato infatti ad Antonello Buscema l’incarico di illustrare al prefetto l’ordine del giorno sulla soppressione della stazione dei Carabinieri di Frigintini. I 22 consiglieri presenti in aula infatti hanno sottoscritto il documento con il quale non si accetta la soppressione ma anche il solo slittamento a dopo l’estate della chiusura.

Su questa posizione il consiglio si è ritrovato unanime anche se non sono mancate puntualizzazioni da parte dei vari schieramenti soprattutto sulle polemiche sorte in questi giorni tra il sindaco e Nino Minardo. Il parlamentare Pdl tra l’altro in queste ultime ore ha informato che il Comando generale dell’Arma è pronto a rivedere la posizione e a fare un passo indietro rispetto alla chiusura. Non ci sono tuttavia atti formali e bisognerà vedere cosa emergerà oggi in Prefettura dove sono stati convocati il sindaco, i parlamentari Nino Minardo ed Orazio Ragusa ed il comandante provinciale dei Carabinieri Nicodemo Macrì. In consiglio Antonello Buscema ha ribadito che si tratta di una battaglia difficile che si può vincere se le istituzioni sono compatte, parlamentari regionali o nazionali compresi perché quando si parla del territorio non ci possono essere divisioni.

Il Sindaco ha confermato l’impegno di dare un locale ed ha elogiato la motivazione civile e democratica della gente che dimostra senso e spirito di appartenenza non solo al territorio ma all’Arma dei Carabinieri.