Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1110
MODICA - 28/06/2011
Attualità - Al via il campo di lavoro promosso da Legambiente per la pulizia di siti archeologici

Il sindaco Buscema prende badile e piccone a S. Venera

Dodici ragazzi e ragazze provenienti da diversi paesi del mondo stanno bonificando l’area
Foto CorrierediRagusa.it

Prima di varcare la soglia del suo ufficio a palazzo S. Domenico ed occuparsi di fascicoli, impiegati, creditori e via discorrendo Antonello Buscema (nella foto) indugia alla chiesetta di S. Venera con tanto di piccone e badile. Il sindaco dà il buon esempio al campo di lavoro di Legambiente già di buon ora insieme ai soci dell’associazione «Melograno» di Modica aderente a Legambiente che ha aperto il cantiere nella chiesetta rupestre di Santa Venera, proprietà acquisita recentemente grazie ai fondi messi a disposizione dal Centro Studi «Contea di Modica».

Dodici ragazzi e ragazze provenienti da diversi paesi del mondo stanno bonificando con l’ausilio di decespugliatori, rastrelli e pale. Hanno dato una mano con tanta buona volontà anche l´assessore ai Beni Culturali, Anna Maria Sammito che avviò le prime ricerche sulla la chiesetta con l’archeologo Vittorio Rizzone nel 1990.

Erano presenti anche il Presidente del centro studi «la Contea di Modica», Paolo Failla e la sua Vice, Gina Ricca e lo scultore Alfredo Mazzotta.
All’ interno della piccola chiesa rupestre sono evidenti dipinti e fregi risalenti all’epoca originaria, 1308-1310, quindi coeva con la chiesetta di San Nicolò Inferiore ubicata in via Grimaldi.

Il campo di lavoro di Legambiente si trasferirà a Santa Alessandra ( dietro il quartiere San Paolo) e a San Giacomo fuori le mura sulla Modica – Fiumelato a conclusione dei lavori. Martedì prossimo a conclusione di una settimana di lavoro fine da piazza Matteotti alle 18.30 partirà la visita guidata nelle chiese bonificate dalle sterpaglie in compagnia di archeologi e studiosi che illustreranno i beni monumentali ed il lavoro fatto oltre a quanto resta da fare.