Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 377
MODICA - 28/06/2011
Attualità - Chiude mercoledì la festa del patrono ma la presenza degli ambulanti in viale Medaglie d’oro fa discutere

Antonello Buscema: "Mai più bancarelle in centro storico per S. Pietro"

Dice il sindaco: "Quella delle «bancarelle di San Pietro» è forse una tradizione che poteva avere un senso nel passato, ma che oggi rischia di essere anacronistica e del tutto fuori luogo"
Foto CorrierediRagusa.it

Chiude mercoledì la festa del patrono e la città si prepara alle celebrazioni religiose e folkloristiche. Le bancarelle in viale Medaglie d´oro (nella foto) sono un elemento di colore sempre al centro delle discussioni ma il sindaco dice basta ed annuncia il cambiamento in coincidenza soprattutto con le feste patronali ed in particolare quella di S. Pietro.

Dice Antonello Buscema: «Sarà l’ultimo anno, non ci saranno più bancarelle; è arrivato il momento di avere il coraggio e la lucidità di ammettere che la consuetudine delle «bancarelle di San Pietro» non è più compatibile con l’identità, il decoro, l’immagine della città di oggi. Da sindaco mi sono reso conto, da quando che sono iniziati i preparativi per la festa, che non è possibile ammettere che questo tipo di attività si svolga nel cuore del nostro centro storico, e sono il primo a dire che, per quanto riguarda me e la mia Amministrazione, siamo arrivati all’ultimo atto di questa pur lunga storia.

Quella delle «bancarelle di San Pietro» è forse una tradizione che poteva avere un senso nel passato, ma che oggi rischia di essere anacronistica e del tutto fuori luogo rispetto al contesto del centro storico. Oltre al fatto che l’attuale organizzazione delle bancarelle appare sempre più come la riproduzione di altri mercati simili che si svolgono in altre parti della città in ogni momento dell’anno, bisogna considerare anche il fatto che, nonostante l’impegno della macchina amministrativa e del corpo dei Vigili Urbani, l’installazione delle bancarelle crea problemi di viabilità, sicurezza, decoro urbano e igiene pubblica che non sono tollerabili. Si tratta, anzi, di condizioni incompatibili con una Città che è patrimonio dell’Unesco e punta tutto sulla sua valorizzazione culturale e turistica, a cominciare dal centro storico.

I commercianti del centro storico ma anche i residenti lamentano condizioni difficili di vivibilità ed igienico sanitarie. La chiusura della via Conceria con la creazione della zona pedonale inoltre ha fatto mancare una via di sfogo per il traffico che deve svolgersi lungo la via Veneto in entrambi i sensi di marcia. Troppo per un centro storico già intasato ed alle prese con pesanti problemi di viabilità, aggravato da una mancanza cronica di vigili urbani.


sono daccordo
29/06/2011 | 22.14.39
Alessandro

Sono pienamente daccordo con le idee del sindaco Antonello Buscema.

Distinti saluti.