Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1266
MODICA - 16/01/2008
Attualità - Modica - Si inneggia alla mobilitazione generale

Battaglia sulla sanità:
il sindaco Torchi rilancia

"Credo che la questione sanitaria sia il cuore dei problemi" Foto Corrierediragusa.it

« Credo che la questione sanitaria sia il cuore dei problemi. La salute è bene prioritario rispetto a tutti agli altri , anche alla questione ambientale». Il sindaco Piero Torchi (nella foto) intende rilanciare la battaglia sui temi della sanità alla luce di episodi recenti e meno che hanno turbato la sensibilità dei cittadini e di quanti sono costretti a ricorrere alle cure ed alle strutture sanitarie.

« E’ il momento della mobilitazione perché tutti, dai parlamentari ai semplici cittadini, esprimano indignazione e sfiducia per una gestione della sanità che oggi appare lontana dai bisogni della gente. Trovo l’attuale politica sanitaria approssimativa e priva di strategie e credo che invece dobbiamo fare come classe politica scelte condivise nell’esclusivo interesse degli utenti». Il sindaco mette in luce quattro questioni che sono nel suo carnet già da qualche anno; la prima riguarda la insufficienza dei posti letto, la seconda la riduzione delle guardie mediche o addirittura la loro soppressione.

« Mi è sembrato assurdo l’ultimo provvedimento della direzione della Asl 7 di ridurre ad uno il medico presente nei giorni festivi nelle guardie mediche. Proprio i giorni festivi sono quelli durante i quali statisticamente c’è più necessità di presenza e prestazioni; con questa ultimo provvedimento aziendale si potrebbe verificare il caso di un medico chiamato a chilometri di distanza e di altri utenti che nel frattempo sono costretti ad attendere dietro la porta della guardia medica».

Per Torchi c’è subito da affrontare l’erogazione della assistenza integrata agli anziani che ha subito notevoli tagli gettando nel panico famiglie e fruitori del servizio. « C’è poi il problema non ancora debitamente risolto delle lunghe code per analisi specialistiche e prestazioni varie ? continua il sindaco - Ci sono tempi di attesa lunghissimi e chi ha bisogno non può attendere prenotazioni di mesi. Neanche i medici sono messi nella condizione di potere lavorare serenamente ed al meglio.

Molti macchinari sono fuori uso ed ascoltiamo puntualmente sfoghi di medici ed infermieri spesso privi di materiali e del necessario supporto logistico. E questo è il caso anche del pronto soccorso.» Sul taglio al personale medico delle guardie mediche nei giorni festivi Torchi ha incassato il sostegno del coordinamento cittadino di Forza Italia che non condivide il provvedimento della Asl 7 e chiede il ripristino del servizio.

Forza Italia fa riferimento non solo alle guardie mediche di Modica Alta e Frigintini ma anche a tutte quelle della provincia, capoluogo compreso, che a partire da questo fine settimana sono interessate al problema. Il coordinatore di Forza Italia Nino Minardo chiederà chiarimenti a Fulvio Manno ed intende rappresentare tutti i disagi, se non pericoli, del caso.