Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1325
MODICA - 19/06/2011
Attualità - Attivato il nuovo impianto in corso Umberto e concerto per la terza giornata del festival modicano

La luce bianca e Finardi illuminano Contaminazioni

Il cantautore si è esibito nel suggestivo scenario della chiesa di S. Giorgio
Foto CorrierediRagusa.it

Appuntamenti all’insegna della luce e della musica nella terza giornata di Contaminazioni, la rassegna inserita nel programma Modica Miete Culture. Eugenio Finardi (nella foto) ha incantato il pubblico che ha assiepato la tribuna naturale formata dai gradini della scalinata di S. Giorgio ed il centro storico della città si è illuminata di luce bianca.

Alle 21.07 i tecnici hanno infatti accesso la nuova illuminazione nel tratto che va da piazza Rizzone alla chiesa di S. Maria. Un impianto pensato venti anni fa, avviato due anni fa, completato un anno fa ed attivato nella serata di sabato dopo una lunga «querelle» sul tipo di luce più opportuna per illuminare il centro storico. Alla fine è stato deciso che la luce bianca è quella più adatta perché esalta le facciate di palazzi e della strada ma rende anche tutto l’ambiente a misura d’uomo senza gli effetti cangianti della luce arancione. L’effetto finale è positivo e rende giustizia a quanti hanno pensato e voluto questo tipo di luce anche se ora bisognerà provvedere ad uniformare tutta l’illuminazione artistica del centro storico; stridente soprattutto il corso tagliato in due dalla luce; da piazza Monumento in su con la luce arancione ed verso giù con la luce bianca.

Eugenio Finardi ha comunque messo tutti d’accordo con la sua chitarra sul proscenio di S. Giorgio con la facciata della chiesa che ha fatto da quinta al suo concerto durato quasi due ore. Il cantautore non si è risparmiato, ha tratto vigore ed ispirazione dall’effetto luci sulla facciata e dall’esaltazione dei motivi barocchi. Ha aperto il suo concerto con il suo classico "La musica ribelle" ed ha chiuso con l´inno di Mameli.
Intimista ma anche trascinante soprattutto per le generazioni dei meno giovani il cantautore ha reso omaggio alla bellezza dell’architettura barocca, ha dialogato con il pubblico e stabilito il giusto feeling per un concerto che si è rivelato intenso.


20/06/2011 | 18.41.55
Ester Mauro Scucces

A me non piace affatto questa nuova illuminazione. Ma chiedere un parere ai Modicani, una volta ogni tanto, no?
Le luci calde hanno contribuito a dare a Modica quell´aspetto particolare, chiaro-scuro, misterioso ed eterno che solo i paesi della provincia di Ragusa possono vantare. E adesso? Luce bianca e fredda, come a voler inutilmente scimmiottare le grandi città MODERNE. Ma va, poi se devono passare 20 anni ogni volta per accendere 4 pali della luce, allora possiamo restare ancora a lungo con questa sottospecie di ibrido mostruoso che s´è venuto a creare (mezzo corso bianco e l´altro mezzo+i vicoli e tutta modica alta rossi) cioè, tanto vale rimettere subito le luci antiche e "demodè". Inoltre a me pare proprio che questa nuova illuminazione bianco-pallido, da ospedale, metta in risalto anche troppo le FACCIATE DI QUEGLI ORRIBILI PALAZZONI ANNI 70 che, a parer mio, in mancanza di un piano regolatore(questo sconosciuto qua a Modica) non sarebbero neanche dovuti sorgere, ma essendoci, come minimo, dovrebbero essere nascoste e le MACCHIE NERE DI SMOG sui palazzi antichi (altro reale e drammatico problema della nostra bella città). A parte questo comunque ste luci bianche sono proprio BRUTTE, lasciatevelo dire.
Ma,vabbé, se questa è arte (come, immagino, DEBBA essere considerata arte il lasciare appesi gli, ahimè, ormai inutili lampioni che passano sopra il corso Umberto I, così da creare un disordine a livello visivo), allora credo proprio di stare sbagliando mestiere. Devo mettermi a fare pure io l´artista. Aggiungo un paio di Neon a basso consumo al comune, così da risparmiarsi qualche piccolo intoppo con le bollette salate dell´Enel. E comunque, mezza pena, adesso con la nuova scintillante illuminazione saranno maggiormente visibili i crateri che solcano le nostre strade! Grazie! :)

Forse sarebbe meglio fare luce (ah ah ah)sui veri problemi modicani. Che ne dite?

Saluti(eventualmente anche distinti)
Ester.

Mah.


Notizie
20/06/2011 | 12.51.38
EnzoPuma

Grazie della correzione
EnzoPuma


Spesso su questo giornale notizie strampalate
20/06/2011 | 7.44.26
Tony

Comunque è vero ! Spesso su questo giornale si scrivono notizie assurde ci vorrebbe una rilettura più accurata prima di pubblicare le notizie. Quanto meno un pò di senso critico e voglia di dire effettivamente cosa succede intorno a noi. Quella del ragazzo che offre droga ai poliziotti è uno di questi casi. Bisognerebbe veramente raccontare cosa nascondono dietro le notizie e non fermarsi all´apparenza.


Notizie
19/06/2011 | 17.45.57
EnzoPuma

Salve ma quando scrivete un articolo vi basate sul sentito dire?Semmai Finardi ha aperto il concerto con La Musica Ribelle e lo ha chiuso con l´Inno di Mameli e poi non è Piemontese ma Lombardo,questo bastava leggerlo su qualunque biografia oltre al fatto che lui lo ha ripetuto non so quante volte durante il concerto ma per saperlo avreste dovuto essere presenti e mi sembra evidente che non lo eravate.
EnzoPuma