Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 674
MODICA - 25/05/2011
Attualità - Saranno coinvolti 200 volontari ed il Dipartimento di Protezione Civile di Ragusa

Contea 2011, saranno simulati quattro eventi calamitosi

Le operazioni, al via venerdì, si concluderanno sabato con grande dispiego di mezzi

Quattro eventi calamitosi per l’operazione «Contea 2011». E’ lo scenario ipotizzato dal Dipartimento provinciale della Protezione civile per una esercitazione che coinvolgerà 200 volontari. «Contea 2011» partirà venerdì e si concluderà domenica con un intenso programma che è stato illustrato a palazzo S. Domenico dal responsabile della Protezione civile di Ragusa Chiarina Corallo. Il comune fornirà assistenza, logistica e personale per una esercitazione dai grandi numeri.

Tre le associazioni di volontariato coinvolte; la AVCM, le Sentinelle e la Misericordia, tutte operanti in città. I quattro scenari ipotizzati sono un sisma che colpirà la scuola media Giovanni 23mo in via Fabrizio al quartiere S. Cuore. Il centro operativo dei volontari e della protezione civile sarà allestito invece nel piazzale antistante il polisportivo della Caitina. Un secondo evento sarà simulato presso le miniere di Streppinosa dove si ipotizza un crollo con le conseguenti operazioni di recupero delle vittime e delle persone coinvolte. In contrada Pirato invece sarà simulata un’operazione di soccorso a causa di un incendio di vaste proporzioni che coinvolge anche residenze rurali ed insediamenti agricoli. Ultimo intervento sulla spiaggia di Marina di Modica dove si ipotizza un maxi sbarco di clandestini.

Per Chiarina Corallo: «Le esercitazioni che riguardano questo territorio servono a verificare il grado di efficienza della macchina della Protezione Civile. Ma sono anche utili per fornire precise indicazioni per il piano comunale di Protezione Civile che è nell’auspicio di quanti operano nel settore visto che mira soprattutto alla tutela dei cittadini e del patrimonio architettonico di questa area della provinciali Ragusa.» Per l’assessore Giovanni Giurdanella «A Modica da tempo che ne venivano fatte operazioni di protezione civile; queste sono utili a sviluppare la professionalità degli operatori e a tastare il grado di efficienza dell’intera macchina di intervento e con essa l’efficacia delle azioni".