Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 892
MODICA - 17/05/2011
Attualità - L’ex sindaco fa chiarezza sul presunto indebitamento di 60 milioni sotto la sua gestione

A Modica saldo in attivo. Torchi: "L´eleganza della verità"

"Sarebbe forse opportuno, a volte, mostrare più rispetto per chi ha rappresentato le istituzioni di questa città"

"Saldo attivo al 31 dicembre 2010, ultimo dato ufficiale, di oltre 400 mila euro, utile annuo netto nel 2009 di 16 mila euro, e di 64 mila nel 2010. Questi i dati ufficiali, certificati dall’Ente ed allegati al bilancio, degli Swap per il Comune di Modica; ogni altra recente ricostruzione è frutto di fantasia, mentre, come sempre, ho preferito privilegiare numeri e documenti ufficiali". E´ quanto sostenuto dall´ex sindaco di Modica Piero Torchi, in riferimento al presunto indebitamento dell´ente pari a 60 milioni di euro, riportato da un noto quotidiano nazionale, che, nell´articolo, faceva riferimento a una media di mille euro di debiti per ciascun modicano. Tutto questo quando Torchi era sindaco.

"L’Ente nel 2004 - chiarisce Torchi - ha rinegoziato con Bnl tutti i mutui contratti tra il 1984 ed i successivi vent’anni, per un importo di 53 milioni di euro, su indicazione del Ministero del Tesoro data all’Anci, cosiccome hanno fatto migliaia di comuni in tutta Italia, a partire dalle città, dalle provincie e dalle Regioni più importanti e strutturalmente sane in termini di bilancio, oltre che da numerose altri comuni della provincia all’epoca, tutti amministrati dal centrosinistra.

Nel 2007, però, prudentemente - prosegue l´ex sindaco - il Comune di Modica ha rinegoziato ulteriormente il contratto di mutuo con Unicredit, divenuta nel frattempo banca tesoriera, cautelandosi rispetto ad ogni forma di rischio, coprendo il precedente investimento con Bnl, e determinando i dati positivi registrati ed ufficialmente allegati al bilancio dall’anno scorso.

Il dato finale relativo al 2010 - aggiunge Torchi - conferma questo trend ed ufficializza anche per lo scorso anno il saldo attivo in 64 mila euro, portando il saldo totale, dal 2004 ad oggi di tutti i contratti in essere, a 382 mila euro.

Sarebbe forse opportuno, a volte, mostrare più rispetto per chi ha rappresentato le istituzioni di questa città. Forse sarebbe il caso, dopo tre anni - conclude Torchi - di assumersi nel bene e nel male le proprie responsabilità da parte dell’Amministrazione, smettendola di evocare i soliti fantasmi del passato.