Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 613
MODICA - 12/05/2011
Attualità - Il consigliere comunale di Sel stigmatizza il progetto di finanza

Per D´Antona la privatizzazione del cimitero è dannosa

Ribadite le perplessità che in questi mesi sono state registrate in città

La privatizzazione del cimitero comunale di contrada Piano Ceci non s’ha da fare. E’ il sunto delle dichiarazioni del consigliere comunale di Sinistra ecologia e libertà Vito D’Antona, secondo cui il progetto di finanza sul quale punta l’amministrazione potrebbe causare un irreversibile effetto boomerang ai danni dei cittadini, parecchi dei quali hanno già sborsato cospicui anticipi per acquistare loculi mai consegnati a distanza di oltre cinque anni.

Un’attenzione particolare va rivolta, pertanto, all’emergenza dovuta alla ormai persistente assenza di disponibilità di loculi, in considerazione del fatto che il progetto di finanza non risolve il problema legato ai tempi di completamento di circa mille loculi. La proposta relativa agli aspetti urbanistici della vicenda è stata ripresentata in consiglio comunale, dopo che a dicembre la stessa amministrazione l’aveva ritirata per un ulteriore approfondimento.

D’Antona ribadisce quindi ancora una volta le perplessità che in questi mesi sono state registrate in città, determinate dalla scelta dell’amministrazione Buscema di affidare ai privati un servizio particolare e sensibile come quello della gestione del cimitero. «Deve fare riflettere – dichiara D’Antona – il fatto che nessun comune della provincia ha mai concretizzato la privatizzazione della gestione del cimitero. Ci aveva provato Vittoria, ma l’ente è poi di corsa tornato sui suoi passi, ponendo il servizio in mano pubblica.

Ci chiediamo – conclude il consigliere di Sel – se sono facilmente superabili i problemi di legittimità nella procedura, come segnalati incidentalmente dal Tar in occasione del contenzioso tra imprese partecipanti». Da attento osservatore, dinque, D’Antona predica calma sulla privatizzazione del cimitero, ma l’amministrazione non sembra essere dello stesso avviso.