Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1528
MODICA - 21/04/2011
Attualità - Modica: la risposta del presidente Tonino Spinello ad Antonello Buscema non si fa attendere

L´amara guerra del cioccolato tra sindaco e Consorzio

Le parole del sindaco definite "incontrollate e fuori logica"

La guerra del cioccolato continua. Non è dolce ma di gusto amaro perché rischia di rovinare un’immagine costruita giorno dopo giorno con la fatica di artigiani, imprese, istituzioni. Il fronte aperto dal comunicato del sindaco diventa ora un campo aperto alle cannonate perché di questo si tratta nella piccata risposta del presidente del Consorzio di tutela del cioccolato di Modica, Tonino Spinello, che ribatte al sindaco a muso duro.

Antonello Buscema ha rimproverato al Consorzio ed in particolare al suo direttore Nino Scivoletto di avere «snobbato» la manifestazione tenuta a Negrar parlando tra l’altro di una conduzione personalistica del Consorzio. Tonino Spinello non raccoglie e sottolinea intanto l’impegno in prima fila del Consorzio per l’ottenimento dell’Igp, obiettivo ormai in dirittura d’arrivo e di cui Spinello dà ampio merito proprio al direttore Nino Scivoletto. Dice Tonino Spinello: «Il Consorzio ha dato lustro a Modica e al suo Cioccolato, cosa innegabile agli occhi di tutti. Abbiamo anche messo il Consorzio al di sopra delle parti.
Ci dispiace che il Sindaco prenda posizioni diramando comunicati senza chiedere prima spiegazioni, screditando il Consorzio con uscite incontrollate e fuori logica. Quale comunicato doveva divulgare il Consorzio quando Lei, signor Sindaco, durante la Bit di Milano del 2010 ha rappresentato una ditta privata alla focacceria San Francesco senza degnarsi di visitare gli stand del Consorzio, che rappresentava, a proprie spese, la città di Modica nella più grande manifestazione dedicata al Turismo? Quale comunicato doveva diramare il Consorzio quando Lei, egregio signor Sindaco, si è recato a Roma per presentare un libro sul cioccolato di Modica della medesima azienda privata? Le sembra corretto e giusto che il Consorzio, sempre con le proprie risorse, avrebbe dovuto presenziare ad un convegno a Negrar, dove nei giorni precedenti – ne fa fede il relativo programma - si erano svolte degustazioni del cioccolato di Modica senza l’espresso invito ad alcuna impresa del CTCM?

A prescindere dalle pregiudiziali da lei infondatamente espresse, non le sembra piuttosto lampante l’incongruente pretesa che il Consorzio potesse avallare il marketing di una singola azienda,peraltro non aderente allo stesso Consorzio? Capisco che negli ultimi tempi il Consorzio ha affermato il ruolo che gli spetta e che a qualcuno sta dando fastidio, ma che il sindaco sia il più infastidito, mi lascia amareggiato. Si chieda invece perché il Consorzio non ha ritenuto opportuno rispondere a mezzo stampa alle arbitrarie e immotivate affermazioni sopraccitate?

Non è costume per i consorziati produrre atti tesi a screditare la Sua persona e tutta l’Amministrazione che per fortuna non la pensa come Lei. Molti, amministratori e cittadini, sostengono che la città di Modica non aveva bisogno della pubblicità di cui Lei ci ha voluto deliziare. Quindi sono indotto a pensare che questa sua posizione non è da attribuire all’Amministrazione Comunale bensì ad una sua malcelata convinzione personalistica e conflittuale, che non rientra negli interessi del Consorzio né tanto meno in quelli del suo Direttore, a cui esprimo la mia più sentita solidarietà e quella di tutti i Soci.
Infine le voglio ricordare che del «sistema cioccolato» se ne occupa il Consorzio che penso sia il più accreditato, quanto poi ai gravi danni di immagine della città sicuramente non prenderemo ad esempio la lezione di stile che ci ha regalato".