Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 983
MODICA - 21/04/2011
Attualità - Modica: la città ha partecipato in gran numero alla inaugurazione

Il chiostro e la chiesa di S. Maria del Gesù aperti al pubblico

Visite possibili fino a Lunedì, non c’è tuttavia certezza per il futuro
Foto CorrierediRagusa.it

Mezza città è stata presente all’apertura del chiostro e della chiesa di S. Maria del Gesù. La navata della chiesa è stata gremita di autorità, amministratori, politici ma soprattutto da rappresentanti di tutti gli strati sociali, a cominciare dai molti residenti del quartiere.

La restituzione al pubblico del complesso è stata una festa ed un’occasione di riappropriarsi, come ha sottolineato il sindaco Antonello Buscema nel suo intervento, di un bene a lungo sottratto e di cui tutta la città è orgogliosa. Negli interventi di Giorgio Battaglia, di Salvina Fiorilla e di Alssandro Ferrara della sovrintendenza di Ragusa, è stata raccontata la storia di S. Maria del Gesù, voluto da Anna Cabrera e Federico Henriquez nel 1478 e nato come convento per i frati minori osservanti. Un complesso monumentale utilizzato dai conti di Modica per le loro sepolture fino a fine 700’, luogo di studio e di preghiera fuori le mura.

Emanuele Fidone e Bruno Messina, che hanno curato il lavoro di recupero, hanno parlato delle difficoltà di ridare dignità e valore artistico al monumento puntualizzando inoltre che il progetto deve ancora essere completato con il restauro dell’ala oggi utilizzata come casa circondariale.

Chiarina Corallo ha fatto la cronistoria del finanziamento e delle varie fasi che hanno portato all’inizio dei lavori; un primo finanziamento nel 90’ che consente di coprire l’edificio, poi con i fondi della 433 nel 2000 si riprendono i lavori, completati nel 2005 e poi ripresi. S. Maria del Gesù è stato un cantiere per oltre venti anni ed ha offerto ieri il suo chiostro ai tanti ospiti che hanno potuto apprezzare capitelli ed architettura tardo gotica.

Sebastiano Messineo, assessore regionale ai Beni culturali, ha toccato infine il punto dolente ovvero la piena e continua fruizione del monumento. S. Maria del Gesù resterà infatti aperto fino a lunedì prossimo ma l’assessore pensa all’affidamento ad una cooperativa di giovani per garantirne l’apertura. «E’ un processo complesso- ha detto Messineo- Non riguarda solo Modica ma altri siti siciliani. Ci muoviamo nell’ottica dell’affidamento e dovremo stipulare convenzioni; per questo serve tempo». E’ legittimo a questo punto pensare ad una chiusura di S. Maria del Gesù ancora per qualche mese.

(Nella foto di Luigi Nifosì: la navata della chiesa nel corso della cerimonia di inaugurazione)