Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 700
MODICA - 16/04/2011
Attualità - Modica: la prima edizione della gara di traduzione dal latino al liceo Campailla

Il Certamen Mutycense premia le eccellenze latine

Prima Serena Di Martino del Gargallo di Siracusa, seconda classificata Francesca Cannata del liceo modicano, terzo Daniele Scollo del Carducci di Comiso
Foto CorrierediRagusa.it

Una studentessa del Liceo Gargallo di Siracusa si è aggiudicata la prima edizione del Certamen Latinum Mutycense. A Serena Di Martino, 18 anni, della III liceale B, è stato consegnato l’assegno di 500 € del primo premio mentre a Francesca Cannata, seconda classificata, del Liceo «Tommaso Campailla», è andato il secondo premio, 300€, terzo Daniele Scollo del Carducci di Comiso, 200€. Le menzioni di merito sono state assegnate a Benedetta Carpinteri del Liceo Cataudella di Scicli, Erika Catanzaro del Liceo Gulli e Pennisi d Acireale, Emanuela Giulia Marchese del Liceo Eschilo di Gela.

La cerimonia di premiazione si è tenuta nell’aula di Scienze del Liceo Tommaso Campailla. La cerimonia ha visto la presenza di docenti e dirigenti scolastici delle scuole partecipanti alla gara di traduzione e commento di un brano tratto dal terzo libro del «De Officiis» di Cicerone, avente ad oggetto la legge naturale ed il diritto positivo. Il dirigente scolastico, Girolamo Piparo, ha ringraziato i trenta studenti partecipanti in rappresentanza ed i licei classici Cataudella di Scicli,, Gorgia, di Lentini, Eschilo di Gela, Gulli e Pennisi di Acireale, Gargallo di Siracusa, Spedalieri di Catania, Cannizzaro di Vittoria, Marjorana di Avola, Carducci di Comiso. Il dirigente scolastico si è detto lieto della riuscita del Certamen, il primo che si è tenuto negli anni in provincia di Ragusa, per la qualità delle prove e l’interesse dimostrato dalle scuole partecipanti.

Il presidente della commissione giudicatrice, Francesco Milazzo, ordinario di Diritto Romano presso l’Università di Catania, ha evidenziato l’importanza della lingua latina nella formazione dei giovani ed ha augurato le migliori fortune ai tanti studenti presenti. Il presidente della commissione Francesco Milazzo ha anche ringraziato i docenti componenti la commissione di esame, Tania Belluardo, Michele Blandino, Emilio Galvagno, Ottavio Manenti, Vincenza Sigona e Lucia Trombadore.

(nella foto: da sin. Serena Di Martino e Francesca Cannata)