Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 803
MODICA - 08/04/2011
Attualità - Modica: otto unità in più provenienti dai ruoli comunali per il corpo dei Vigili

Parcheggio selvaggio e traffico impazzito, il sindaco chiede rigore

Nel corso della riunione tenuta a palazzo S. Domenico l’amministrazione ha dato le direttive al comandante Giuseppe Puglisi
Foto CorrierediRagusa.it

Sindaco ed assessore chiamano i vigili a rapporto. L’amministrazione vuole una presenza più diffusa sulle strade e soprattutto più ordine. Niente parcheggi selvaggi ed occupazione di banchine, bivi e rotatorie. Antonello Buscema ed Enzo Scarso, assessore alla viabilità, hanno avuto un confronto con il comandante Giuseppe Puglisi ed tutti i vigili in servizio.

Un numero, appena 45, insufficiente per gestire la viabilità ed i controlli in tutto il territorio comunale ma l’amministrazione ha dato delle direttive ben precise che toccherà ora al comandante tradurre in scelte tecniche e gestionali. La buona notizia per il comandante Puglisi è che otto nuove unità transiteranno nei ruoli dei Vigili da altri settori del comune. Si tratta di unità che hanno chiesto la mobilità e che saranno formate per potere svolgere i servizi di viabilità visto che è questo il settore dove è più acuta l’emergenza. Il comandante ha inoltre annunciato l’istituzione di una pattuglia motorizzata sia di mattina che si pomeriggio per tenere sotto controllo i punti più deboli della viabilità cittadina. La pattuglia potrà così intervenire in tempo reale ma soprattutto far sentire e far vedere la propria presenza sul territorio anche ai fini della prevenzione di reati.

Il sindaco ha chiesto ai vigili un maggior rigore soprattutto nei punti e nei momenti più critici del traffico pur utilizzando una certa flessibilità. La constatazione che le auto fuori dalle aree di sosta e l’abuso degli spazi stradali da parte degli ambulanti creano intralcio ha convinto l’amministrazione a spingere in questo senso per meno tolleranza e più rigore. Il fenomeno ambulantato inoltre è sempre più diffuso con gli abusivi in particolare che occupano aree strategiche con cassette di frutta e verdura e mercanzie varie ad ogni angolo di strada, soprattutto al quartiere S. Cuore. Il messaggio è arrivato al corpo dei vigili ed il comandante Puglisi ha cominciato a predisporre servizi specifici ed un utilizzo più razionale del personale anche se l’insufficienza degli uomini gioca un ruolo importante.

Resterà tuttavia irrisolta la gestione della viabilità nelle ore notturne nei fine settimana quando nel centro storico in particolare si riversano centinaia di macchine ed il parcheggio abusivo è una costante creando così ingorghi anche a notte fonda per l’attraversamento di corso Umberto. L’impossibilità di concedere straordinari, l’insufficienza e l’indisponibilità dei vigili complicano le cose e fanno sì che, a causa dell’indisciplina e della noncuranza la città si trasformi in una bolgia di traffico.

(Nella foto: un tratto del corso Umberto)