Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 880
MODICA - 06/01/2008
Attualità - Modica - La nostra prhotogallery del concerto

I Matia Bazar l´evento
nell´evento della notte bianca

La voce di Roberta Paccani ha incantato il pubblico Foto Corrierediragusa.it

E’ finita solo con le prime luci dell’alba la notte bianca modicana. Fino alle cinque del mattino locali, bar, paninerie erano ancora affollati di giovani in attesa di consumare colazioni a base di cornetti caldi. I bar del centro hanno esaurito le scorte e solo allora i più impenitenti hanno deciso di far ritorno a casa.

E’ stata una notte all’insegna della musica e delle attrazioni previste dal programma messo a punto dal gruppo editoriale Video Regione che ha promosso l’evento. I Mattia Bazar, preceduti da Neja sul grande palco per la prima volta sistemato al centro del corso Umberto con lo sfondo del Castello dei Conti, hanno attratto il grande pubblico. E’ stato uno spettacolo di oltre due ore nel corso del quale i quattro componenti la band non si sono risparmiati e la voce solista di Roberta Paccani in completo rosso ha inondato tutto il centro storico della città. Lungo il corso Umberto non sono mancate le occasioni di ascoltare musica di vario genere.

In piazza Rizzone i Moak Music Machine con Antonio Modica hanno presentato il loro repertorio blues mentre sulla scalinata della chiesa di S. Pietro il tenore Giuseppe Ranzani ha cantato le arie più note delle opere italiane. In piazza degli studi gruppi musicali giovani a suon di rock ed un tocco di etnicità con un complesso indio americano. Dal punto di vista organizzativo non si sono registrate defaillance a parte qualche malore passeggero di spettatori che hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici. Lunghe le code per il ritorno ai parcheggi attrezzati nelle immediata periferia.

Gli autobus hanno operato a ritmo intenso ma i tempi di attesa soprattutto da e per Modica Alta si sono dilatati e qualcuno ha preferito far ritorno alla propria macchina a piedi. Il sistema della viabilità ha funzionato nel complesso grazie anche al lavoro di vigili urbani e protezione civile che hanno messo a disposizione personale e mezzi.

LA PHOTOGALLERY DEL CONCERTO DEI MATIA BAZAR