Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1251
MODICA - 26/03/2011
Attualità - Modica: non c’è il boom dell’anno scorso

Partenza "lenta" per il treno barocco. Poche le richieste

Il poco tempo a disposizione e la mancanza di una pubblicizzazione diffusa dell’iniziativa hanno pesato ed i 120 posti disponibili sul Minuetto non sono stati ancora assegnati Foto Corrierediragusa.it

Partenza lenta per il treno barocco. Presso l’ufficio turistico della città, che fa da centro prenotazioni, le richieste per la prima corsa del treno barocco in programma oggi da Siracusa sono state appena una trentina. Il poco tempo a disposizione e la mancanza di una pubblicizzazione diffusa dell’iniziativa hanno pesato ed i 120 posti disponibili sul Minuetto non sono stati ancora assegnati. E’ probabile tuttavia che molti si presentino in mattinata alla partenza del treno alla stazione di Siracusa alle 8.30. Il tragitto prevede fermate a Noto, Scicli, Modica e Ragusa Ibla. La novità di questa edizione per quanto riguarda il centro storico della città è il percorso a piedi che è stato previsto per i viaggiatori.

Fino a giugno almeno infatti chi arriverà a Modica percorrerà la via stazione per poi immettersi in una stradina del centro storico, la via Carlo Papa, per poi arrivare nel cuore della città. Dice il vicesindaco Enzo Scarso: «In tal modo si permetterà ai turisti di assaporare percorsi inediti prima di poter godere poi appieno dello scenario mozzafiato che si prospetta giungendo al centro storico da alcune vie quali appunto la via Carlo Papa. Tale percorso alternativo sarà predisposto soltanto sino a metà giugno. Non appena giungerà il caldo afoso bisognerà ricorrere, per ovvie ragioni di comodità, nuovamente al trasferimento attraverso i pullman». I turisti saranno accomunati dalle guide che illustreranno i monumenti e spigheranno la storia della città».