Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1288
MODICA - 21/03/2011
Attualità - Modica: dopo dieci anni di attesa non ci sono ancora i soldi

Ponte Baravitalla, manca finanziamento Regione

E’ quanto precisato dall’assessore comunale alla protezione civile Giovannino Giurdanella

«I 427 mila euro destinati al rifacimento del ponte di Baravitalla si riferiscono all’importo del progetto, ma la Regione non ha ancora proceduto al finanziamento dell’opera». E’ quanto precisato dall’assessore comunale alla protezione civile Giovannino Giurdanella, che, dopo gli accertamenti del caso, ha redatto una nota in cui specifica che «La Regione non ha mai stanziato i fondi necessari a ricostruire il ponte di Baravitalla, nella zona archeologica di Cava D’Ispica».

Eppure una promessa in questo senso era stata fatta nel dicembre 2009 dal responsabile regionale dell’assessorato al territorio ed ambiente Salvo Cocina, alla presenza sindaco Antonello Buscema e all’allora assessore alla protezione civile Elio Scifo, nell’ambito di un apposito vertice a Palermo. In quella sede Cocina aveva assicurato che in poche settimane l’assessorato regionale al territorio ed ambiente avrebbe emanato il decreto di finanziamento. Da allora sono trascorsi 15 mesi, e nulla si è mosso.

«Per i lavori di recupero e consolidamento del ponte di Baravitalla, spazzato via dalle piogge torrenziali del 2002 – scrive Giurdanella – il comune si è avvalso della collaborazione del dipartimento di protezione civile che ha in questi anni ha regolarmente condotto le attività di progettazione. L’ufficio comunale lavori pubblici ha seguito l’iter progettuale, per quanto di propria competenza, in sede di conferenza di servizio predisposta dal dipartimento provinciale sfociata nell´approvazione, da parte di tutti i soggetti interessati, del progetto di ricostruzione del ponte che – conclude l’assessore – necessita adesso del finanziamento regionale per passare alla fase esecutiva».

Il comune compulserà dunque in questo senso la Regione, nell’auspicio che i 427 mila euro arrivino in tempi ragionevolmente brevi. Nell’attesa, ormai lunga quasi dieci anni, il ponte resta sventrato dalla forza della natura, con buona pace dei residenti.