Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1086
MODICA - 28/01/2011
Attualità - Modica: il parco suburbano sottoposto all’operazione pulizia

S. Giuseppe ritorna praticabile ma è incustodito

Serve l’affidamento ad una cooperativa per dissuadere i vandali dal danneggiare il sito
Foto CorrierediRagusa.it

Partite le operazioni di pulizia al parco suburbano di S. Giuseppe U’ Timpuni (nella foto). Da qualche giorno le squadre di operai della Multiservizi hanno cominciato la scerbatura di viali ed aiuole.

«Gli interventi sono radicali –dice l’assessore alle manutenzioni Giovanni Spadaro- Vogliamo riportare il parco alle migliori condizioni dopo un periodo di effettivo abbandono. Abbiamo cominciato da sentieri del parco che non erano praticabili e non consentivano neppure di inoltrarsi nella zona a verde. Abbiamo quasi finito con la sistemazione del verde e con altri interventi urgenti per cui il parco è ora agibile e fruibile da parte dei cittadini».


Le proteste di utenti e residenti hanno accelerato l’intervento dell’amministrazione che sta ora cercando di mettere mano all’impianto di illuminazione che è stato seriamente danneggiato in alcuni tratti. Molte lampade infatti sono state asportate ed anche i paletti hanno subito la furia sconsiderata dei vandali tanto da rendere inservibile tutto l’impianto per alcuni tratti. L’amministrazione sta ora pensando ad affidare il parco ad una cooperativa perché la gestisca nel miglior modo possibile e soprattutto ne assicuri la custodia.


Le associazioni interessate hanno tuttavia sollevato il problema della scerbatura e del verde che comporta una spesa mensile non indifferente. Le associazioni chiedono che il comune si occupi del verde liberandole da questo onere. Questo è il motivo per cui ben tre gare per l’affidamento sono andate deserte per cui l’assessore Giovanni Spadaro sta cercando di elaborare un bando che coniughi al meglio le esigenze sia dell’ente sia dei privati.