Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 799
MODICA - 25/01/2011
Attualità - Modica: sopralluogo di sindaco, amministratori e animalisti

Il nuovo canile di Modica aprirà tra circa un mese

Restano da ultimare l’impianto elettrico e quello idrico. Poi si procederà a dotare i box di tutti i confort per gli «inquilini» a quattro zampe

Il nuovo canile annesso al foro boario sulla Modica – Pozzallo è la prima struttura sub comprensoriale del territorio modicano che fungerà anche da rifugio sanitario. Martedì c’è stato un sopralluogo di sindaco, amministratori, tecnici e animalisti per rendersi contro dello stato dell’arte della struttura, che dovrebbe aprire entro un mese.

Restano da ultimare l’impianto elettrico e quello idrico. Poi si procederà a dotare i box di tutti i confort per gli «inquilini» a quattro zampe, e alla stesura di un tappeto di brecciolino. Il canile sub comprensoriale, che, oltre a Modica, servirà anche Ispica e Pozzallo, potrà ospitare 102 cani. La struttura, come accennato, fungerà anche da rifugio sanitario: i cani saranno sterilizzati e curati per un lasso di tempo limitato, in attesa di trovare le persone che li adottino, già sani e vaccinati. Il costo medio di mantenimento per ogni cane si aggirerà sui 5 euro al giorno.

Le spese di gestione del canile, comprensive degli stipendi dei quattro operai che vi lavoreranno, saranno in eguale misura ripartite tra i comuni. Anche Ragusa si sta attrezzando per creare un canile simile, che dovrebbe diventare operativo entro un paio di mesi, grazie agli 80 mila euro di fondi messi a disposizione dalla Regione. Il canile, che sorgerà nella zona industriale, dovrebbe ospitare una cinquantina di cani, oltre a quelli degli otto box che il comune aveva già fatto costruire nei locali dell´anagrafe canina. Da un paio d’anni il comune capoluogo ha ospitato i randagi nel canile della Dog professional, con cui era stata stipulata una convenzione.