Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 798
MODICA - 22/01/2011
Attualità - Modica: le novità annunciate dall’assessore Enzo Scarso

Autovelox, telesorveglianza e wi-fi a Modica

Intanto è stato reso noto il consuntivo della polizia municipale del 2010
Foto CorrierediRagusa.it

Autovelox, telesorveglianza e sistema wi-fi globale. Nei prossimi mesi Modica si proietterà sempre più verso la tecnologia, ma con un occhio alle tradizioni, per migliorare la viabilità e la vivibilità, garantendo sicurezza ai cittadini. E’ l’obiettivo che l’amministrazione si prefigge con l’installazione del sistema wi-fi, ovvero del collegamento telematico senza fili, che andrà di pari passo con il rivisitato sistema di telesorveglianza. Un’altra novità assoluta è l’introduzione dell’autovelox nelle arterie cittadine.

Ma l’occhio elettronico delle videocamere sarà coadiuvato sempre dai vigili urbani in carne ed ossa, alcuni dei quali pattuglieranno le vie del centro storico in sella ai cavalli. Proprio la reintroduzione dei vigili a cavallo costituisce un ritorno al passato, oltre che per rinsaldare un rapporto di fiducia tra polizia municipale e cittadini, anche per apportare un tocco di coreografia al contesto barocco del centro storico, meta obbligata di centinaia di turisti. Tornando all’aspetto tecnologico del progetto, la rete wi-fi, che sarà creata con il supporto tecnico della Mandarin, consentirà di collegare in rete le dodici telecamere già collocate in centro storico, aggiungendone altre che saranno installate in punti strategici e ad alto rischio microcriminalità, come i quartieri Pizzo e San Paolo.

La rete wi-fi consentirà altresì ai cittadini di potersi collegare ad internet ovunque, pagando solo un piccolo canone di abbonamento e svincolandosi da altri gestori, senza costi aggiuntivi. Il comune abbatterà invece gli alti costi del servizio di telesorveglianza, prima gestito da Telecom Italia e poi sospeso proprio a causa dell’ingente debito maturato dall’ente con la società telefonica. Tutto questo dovrebbe concretizzarsi entro l’estate, come assicura l’assessore alla polizia municipale Enzo Scarso (nella foto), che si sofferma sulla novità dell’autovelox, rassicurando gli automobilisti, almeno quelli di solito disciplinati, «che non si tratterà di una soluzione per elevare multe a raffica, ma di un deterrente per garantire sicurezza. E poi – conclude Scarso – gli automobilisti sapranno in anticipo dove si volta in volta sarà posizionato l’autovelox».

IL BILANCIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE NEL 2010
Sono 9 mila 200 i verbali elevati dalla polizia municipale nel 2010 nei diversi settori, da quello annonario all’abusivismo, passando per le infrazioni al codice della strada, per un totale di 315 mila euro incamerati dal comune. E’ il consuntivo illustrato dal comandante della polizia municipale Giuseppe Puglisi a palazzo San Domenico.

Un comandante sui generis, sempre in strada assieme ai suoi colleghi per dirigere il traffico, anche a causa di un organico risicato, oltre che per la passione per il lavoro e il senso del dovere. Sono difatti appena 42 i vigili urbani in organico, più sei ausiliari. La giunta, preso atto dello stop ai concorsi imposto dalla finanziaria per quei comuni con una spesa del personale elevata, tra i quali rientra Modica, «pescherà» nuovi vigili urbani tra gli altri dipendenti comunali al momento collocati in altri settore sovradimensionati.

La nuova dotazione organica prevedrebbe difatti un centinaio di unità, a fronte di una densità di popolazione di 57 mila abitanti e della conformazione morfologica particolare di Modica, che, tra centro storico, zona nuova e aree periferiche, racchiude tre città in una. Il comandante Puglisi fa di necessità virtù e si reputa soddisfatto dei risultati conseguiti lo scorso anno, in particolare sul contrasto al randagismo, 30 contravvenzioni, e sull’evasione dei pagamenti per insegne pubblicitarie di negozi e altro, con 74 verbali.

Sul fronte del mancato rispetto dei limiti di occupazione del suolo pubblico, con tavoli e sedie da parte dei gestori di locali pubblici, sono 160 i controlli effettuati e una ventina i verbali elevati. Per quanto riguarda invece le contravvenzioni per divieto di sosta e altre infrazioni, sono oltre 3 mila quelle elevate nel solo centro storico.