Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1008
MODICA - 26/12/2007
Attualità - Modica - Diminuisce, tra le altre cose, il costo dei mutui

Bilancio 2008 della giunta:
meno spese, maggiori entrate

Lo strumento si basa su entrate certe, a cominciare dall’addizionale Irpef Foto Corrierediragusa.it

Spese in meno per quasi 21 milioni di euro. L’amministrazione stringe la cinghia, punta solo su entrate certe, eleva il tasso di contribuzione per ogni cittadino. Ci saranno più tasse nel 2008 per effetto dell’introduzione dell’addizionale Irpef, con una quota del sei per mille, per l’aumento della tassa sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani, per l’introduzione dell’Ici sulla seconda casa, per l’aumento dei ticket sui servizi a domanda individuale con un entrata maggiore di sei milioni di euro per cui la pressione tributaria su ogni cittadino sarà di 447 euro nel corso del 2008.

Questi sono i dati più salienti dello schema di bilancio che la giunta del sindaco Piero Torchi (nella foto) ha già approvato e che sarà sottoposto all’esame del consiglio per essere approvato nel più breve tempo possibile. « La prima volta in cinquanta anni che variamo un bilancio entro l’anno ? commenta il sindaco Piero Torchi, che ha incassato il sì di tutta la maggioranza per arrivare senza intoppi all’approvazione del documento finanziario. Dal bilancio 2008 sono scomparse voce controverse a cominciare dal fitto degli uffici giudiziari. Dai sei milioni l’anno si è infatti passati ad un ben più realistico introito di 700 mila euro; una misura invocata da tempo dal centro sinistra che ha fatto una battaglia politica su questo argomento e che alla fine ha avuto un suo riconoscimento; cifre ben più modeste anche per recupero dell’Ici non pagata e per il condono edilizio e per tutte quelle entrate incerte, se non aleatorie.

L’amministrazione Torchi ha insomma dovuto atto di una situazione finanziaria difficile che deve essere aggredita con rigore ed elementi certi. Il bilancio impone sacrifici anche alla macchina amministrativa visto che ogni settore dovrà risparmiare il dieci per cento della spesa rendicontando ad intervalli prestabiliti l’andamento delle uscite e delle entrate. « Vogliamo indicare una direzione precisa alla città - dice il sindaco Torchi- vogliano arrivare nel medio periodo ad una tranquilla situazione di cassa.»