Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:00 - Lettori online 1336
MODICA - 29/12/2010
Attualità - Modica: raggiunto l’accordo per il mese di gennaio

Cinque aperture festive a Ragusa e Modica

L’Isa chiede modifiche al protocollo di intesa per tutelare i dipendenti

Cinque aperture festive per gli esercizi commerciali. L’accordo è stato raggiunto sia a Modica sia nel capoluogo e prevede l’apertura nelle quattro domeniche di gennaio oltre al giorno dell’Epifania.

Per il presidente del Polo Commerciale, Girolamo Carpentieri, l’accordo è frutto di una buona concertazione a tutti i livelli. Il mio auspicio – dice il presidente Carpentieri- è che si possa sin da subito arrivare a concordare un calendario comune di aperture domenicali per il 2011, attraverso una concertazione alla quale possano partecipare i comuni di Modica, Ragusa e Vittoria e di cui possa farsi garante l’Ascom provinciale, affinché l’accordo possa essere il frutto di una condivisione del territorio e del contemperamento delle esigenze di tutti e che quindi questo serva a garantirne il rispetto da parte di tutti».

Il sindacato autonomo Isa che sulle aperture festive si è speso ed è stato impegnato in questi ultimi anni guarda con un certo distacco all’accordo raggiunto ed ha proposto che almeno le aperture di domenica 16 e 23 siano limitate al pomeriggio per non gravare sul personale degli esercizi commerciali impegnati dal 10 ottobre con turni festivi. L’Isa inoltre auspica che il comune di Ragusa non faccia altre fughe in avanti e rispetti l’accordo non mettendo in difficoltà le organizzazioni sindacali.

«Disapprovo il metodo usato dal sindaco Nello Dipasquale -dice il segretario provinciale dell’Isa, Giorgio Iabichella.