Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 345
MODICA - 22/12/2007
Attualità - Modica - E’ stato messo a punto recependo le indicazioni ed i suggerimenti delle organizzazioni sindacali

Il regolamento di assistenza
domiciliare agli anziani unisce
Pd e centro destra

E’ prevista anche la compartecipazione alle spese che sarà calcolata in base al reddito percepito Foto Corrierediragusa.it

Pd e centro destra sono d’accordo sul nuovo regolamento di assistenza domiciliare agli anziani. Centro destra ed opposizione hanno votato lo strumento che regolerà l’erogazione dei servizi per gli anziani anche se a sinistra Nino Cerruto di «Una nuova Prospettiva» ha votato contro e Giancarlo Poidomani di Sinistra democratica si è astenuto.

« Il regolamento è stato messo a punto recependo le indicazioni ed i suggerimenti delle organizzazioni sindacali ed anche dei capigruppo del centro sinistra ? dice l’assessore ai servizi sociali Federico Mavilla - Mi sarei atteso una votazione unanime anche perchè i sindacati esporteranno questo regolamento in altre realtà per le innovatività che presenta». Il regolamento introduce intanto nuovi parametri per l’assegnazione dei servizi; in particolare il grado di autosufficienza dell’anziano, l’età minima, 65 per gli uomini e 60 per le donne, il supporto familiare di cui l’anziano gode.

E’ prevista anche la compartecipazione alle spese che sarà calcolata in base al reddito percepito. Non ci sarà un ticket fino a settemila euro e mezzo di pensione mentre per ogni 514 euro eccedenti questa soglia l’utente pagherà il cinque per cento del costo del servizio. Si tratta dunque di un correttivo che salvaguarda tutte le fasce bisognose ma che consente anche a chi gode di una fascia di reddito alta di potere usufruire dei servizi pagando una quota superiore alla media.

« I ticket così strutturati ci consentiranno di erogare servizi di qualità e soprattutto di non escludere nessuno; oltre la soglia minima tutti pagheranno a secondo del loro reddito» precisa l’assessore Mavilla. Il nuovo regolamento per l’assistenza domiciliare agli anziani, che sostituisce quello introdotto quattro anni fa , fa parte della manovra finanziaria 2008 che introduce concetti e pratiche di compartecipazione su tutti i servizi forniti dal comune.