Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 402
MODICA - 23/12/2010
Attualità - Modica: interviene il coordinatore cittadino dei Popolari per la Sicilia

Nuovo carcere di Modica fuori dall´accordo Stato-Regione

Nonostante le condizioni di estrema precarietà nelle quali si trova la casa mandamentale di piano del Gesù

Quattro nuovi Istituti carcerari a Catania, Marsala, Mistretta e Sciacca e l’ampliamento delle strutture carcerarie di Siracusa, Trapani e Caltagirone sono stati previsti nell’accordo sottoscritto tra Regione e Stato. Di Modica non vi è traccia, nonostante le condizioni di estrema precarietà nelle quali si trova la casa mandamentale di piano del Gesù, con tutto quello che ne consegue per gli operatori penitenziari e per i detenuti.

E’ grave – dice il coordinatore cittadino dei Popolari per la Sicilia, Salvatore Cassarino «Qualche anno fa infatti il Carcere di Modica era nella lista del Ministero di Giustizia tra le nuove strutture da finanziare e si trattava di una scelta ineccepibile per le condizioni di vetustà del carcere della Contea e perché avrebbe permesso di liberare il complesso architettonico di S.Maria del Gesù, rendendolo interamente fruibile.

E’ nota l’importanza di tale struttura architettonica, risalente al XV secolo, su cui sono stati effettuati di recente importanti interventi da parte della Soprintendenza e che potrebbe costituire una formidabile attrazione turistica per la nostra città e un fattore di valorizzazione per Modica Alta.

Prendo atto che la mancanza di difesa delle ragioni di Modica ai veri livelli, regionale e nazionale, fa pagare un altro pesantissimo prezzo. facendo si che resti « imprigionato « un bene architettonico di formidabile valore e lasciando il Carcere di Modica in condizioni inaccettabili.

Come Popolari per la Sicilia di Modica chiediamo al sindaco di avere uno scatto d’orgoglio e di rivendicare le ragioni della città ai vari livelli per evitarle un altro torto gravissimo»