Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1147
MODICA - 24/11/2010
Attualità - Modica: la Serit ha recapitato le bollette con somme alte

Tassa spazzatura "pesante" a Modica. Nessuna detrazione?

I contribuenti chiedono delucidazioni sulla mancata detrazione del 30%

Lunghe file di buon mattino nell’ufficio pagamento tributi. I contribuenti chiedono delucidazioni sulla mancata detrazione del 30% sulla tassa dei rifiuti sui urbani, la cui prima rata scade a fine mese. Le bollette della spazzatura recapitate in questi giorni hanno riservato una brutta sorpresa per quanti avevano presentato la certificazione Isee, l’indicatore della situazione economica equivalente, al fine di pagare di meno in base al reddito minimo certificato.

E’ invece successo, almeno in alcuni casi, che la Serit abbia emesso le bollette senza calcolare la detrazione del 30% a beneficio dei contribuenti con il reddito minimo. Pare che la circostanza fosse scaturita dalla perdita parziale dei dati dei contribuenti dal database degli uffici di palazzo San Domenico. Il dirigente del settore tributi Angelo Carpanzano ha escluso questa eventualità, sostenendo che la maggior parte dei residenti abbiano presentato la certificazione Isee oltre i termini di scadenza, in origine fissati al 30 luglio e poi prorogati di un mese. Da qui la mancata applicazione della detrazione. I contribuenti sostengono invece d’aver presentato la documentazione in tempo utile.

E’ il sindaco Antonello Buscema a sgomberare il campo da dubbi, sostenendo che chi sarà in grado di esibire la ricevuta di attestante la presentazione della certificazione Isee nei tempi previsti, si vedrà stornare in seguito l’importo non dovuto e già calcolato nelle bollette della Serit. Resta il fatto che, al di la delle buone intenzioni del primo cittadino, parecchi nuclei familiari che già stentano ad arrivare a fine mese, dovranno intanto anticipare le somme richieste dalla Serit, per non incorrere in sanzioni o, peggio ancora, pignoramenti. Peraltro la tassa sulla spazzatura è ulteriormente aumentata rispetto allo scorso anno, arrivando a 3 euro e 60 centesimi al metro quadro. Per un appartamento di circa 80 metri quadrati si pagano dunque oltre 300 euro, senza detrazione Isee.