Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 906
MODICA - 25/11/2010
Attualità - Modica: lo ha delibertao il consiglio di istituto

Plesso elementare "Ciaceri", doppi turni fino al 3 dicembre

La componente dei genitori ha anche insistito perché i due sabati che cadono nell’arco di tempo interessato fossero lasciati liberi

Continueranno fino al 3 dicembre i doppi turni al plesso elementare dell’istituto Ciaceri. Il consiglio di istituto che si è tenuto ieri sera ha infatti deliberato la continuazione dei doppi turni fino a venerdì 3 con la seguente scansione oraria; dalle 14.30 alle 18.40 di ogni giorno escluso il sabato. Le ore di lezione, alla luce della eccezionalità della situazione saranno di 50 minuti.

La componente dei genitori ha anche insistito perché i due sabati che cadono nell’arco di tempo interessato fossero lasciati liberi. Il consiglio di istituto deliberato sulla base dell’accordo sottoscritto tra il dirigente scolastico Francesco Tasca ed il sindaco Antonello Buscema che prevede la consegna dei locali del secondo piano del plesso di via Garibaldi alla scuola per lunedì 5 dicembre. Entro questa data infatti l’amministrazione si è impegnata ad effettuare tutti i lavori necessari di manutenzione ordinaria per scongiurare ogni pericolo e per controllare tutte le parti del tetto dell’immobile.

Un sopralluogo dei tecnici del comune e di alcuni esperti convocati dall’amministrazione, tra cui l’ex assessore Elio Scifo, si è tenuto nella mattinata di ieri al secondo piano del plesso dove sono ubicate le classi terze, quarte e quinte della scuola elementare; dalle relazioni dei tecnici non sono emerse situazioni di particolare pericolo anche se sono state evidenziate delle microlesioni alla copertura del tetto perché determinate dal soffitto realizzato in canna e gesso.

Questo tipo di rivestimento infatti è molto sensibile agli sbalzi di temperatura ed all’umidità per cui i tecnici attribuiscono a questi fattori le crepe evidenziatesi. Nella copertura del tetto non è stata notata alcuna infiltrazione di acqua piovana per cui l’edificio, pur sottoposto ad anni di usura, è da considerarsi sicuro. In ogni caso gli operai comunali controlleranno in questi giorni tutto l’ordito del tetto e ripareranno gli eventuali danni che si sono evidenziati al fine di mantenere in sicurezza la struttura muraria così come richiesto dai genitori. Da oggi dunque i 140 alunni delle sei classi interessate rientreranno a scuola dalle 14.30 e si tratterranno fino alle 18.40.