Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1282
MODICA - 14/11/2010
Attualità - Modica: per le casse comunali ne deriverà un vantaggio ogni anno

Modica deve pagare 26 milioni di euro di mutui

Il consiglio comunale ne prende atto e grazie ad una norma introdotta da una recente circolare del Ministero del Tesoro rimodula il pagamento degli interessi

Ci sono 26 milioni di euro di mutui da pagare. Il consiglio comunale ne prende atto e grazie ad una norma introdotta da una recente circolare del Ministero del Tesoro rimodula il pagamento degli interessi. Per le casse comunali ne deriverà un vantaggio ogni anno per un minore esborso nel pagamento di interessi ma il debito da onorare per la contrazione dei mutui, cento in tutto, invece che nell’arco di dieci anni sarà spalmato su venti anni.

E’ la soluzione che sceglie il consiglio comunale, ed in particolare la maggioranza Pd-Mpa, visto che la delibera è stata approvata con 14 sì e tre no, per avere più liquidità a disposizione ed essere dunque in grado di fronteggiare altre emergenze. A conti fatti tuttavia l’operazione risulta in un ulteriore esborso di cinque milioni di interessi nell’arco di venti anni ed il vantaggio consiste in 800mila euro di minor interessi sul debito per il minor carico del debito per tutto il periodo previsto. Il dibattito in aula su un tema sensibile come la situazione finanziaria ed i debiti dell’ente è stato lungo ed ha visto un confronto serrato tra maggioranza ed opposizione con i capigruppo di Mpa e Pd che hanno dato atto ai capigruppo di Pid e Pdl di avere dato un contributo per risolvere il caso posto dalla opportunità di rimodulare il pagamento dei mutui.

Tre le proposte in campo tutte presentate dalla maggioranza; il pagamento in 30 anni con 15 milioni di interessi ed un milione in meno l’anno da pagare, la spalmatura su 25 anni, con 20 milioni da pagare ed un mancato esborso annuale di 854 mila euro e quella approvata del pagamento in venti anni. Giovanni Migliore (Pdl) ha proposto innanzitutto una diversificazione nel pagamento dei mutui a seconda del loro maggiore o minore importo ed ha messo in guardia l’aula di non protrarre troppo nel tempo l’esborso per non indebitare il comune per un lungo periodo «C’è il rischio di destabilizzare l’ente» ha detto Giovanni Migliore.

Il consigliere Pdl inoltre ha chiesto come l’amministrazione intende utilizzare la maggiore liquidità derivante ogni anno dalla spalmatura del debito. Paolo Nigro(Pid) ha invece lamentato il mancato coinvolgimento dell’opposizione ed il ritardo con cui i consiglieri sono stati informati per cui ha ritenuto l’esame e l’approvazione della delibera una forzatura bella e buona. Santino Amoroso, assessore al bilancio, ha spiegato che il minor esborso sul pagamento degli interessi sui mutui sarà utilizzato per coprire quelle spese che l’amministrazione non potrà più affrontare per il taglio del dieci per cento nei trasferimenti dello Stato.