Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 136
MODICA - 17/12/2007
Attualità - Modica - La difficile situazione di cassa del comune

Un Natale da incubo
per il sindaco Torchi

E’ pressato dai sindacati, inseguito dai debitori, atteso dai dipendenti comunali e dal personale delle varie cooperative Foto Corrierediragusa.it

E’ un natale difficile per il sindaco Piero Torchi (nella foto). E’ pressato dai sindacati, inseguito dai debitori, atteso dai dipendenti comunali e dal personale delle varie cooperative che erogano servizi per il comune. Il trasferimento regionale di quasi due milioni di euro che doveva incassare in settimana non è arrivato e le possibilità che questa eventualità si concretizzi viene meno man mano che ci si avvicina a fine mese.

Gli impegni presi con dipendenti e personale esterno in particolare sono quelli del pagamento della mensilità di novembre almeno anche se i comunali contano anche di incassare anche quella di dicembre. Sullo sfondo c’è la redazione del bilancio 2008 che Torchi vuole chiudere al più presto perché non vuole ritrovarsi anche nei prossimi mesi a dovere contrastare senza soldi in cassa una situazione difficile.

Per domani il sindaco ha convocato le segreterie generali di Cgil, Cisl ed Uil per avviare un primo confronto sul bilancio. Torchi sa infatti che l’introduzione di addizionale Irpef, aumento dell’Ici e dei ticket possono essere introdotti con una condivisione quanto più larga.

La convocazione del tavolo sindacale è il tentativo di riallacciare un percorso bruscamente interrotto dopo che le segreterie provinciali hanno detto chiaro e tondo di voler vedere chiaro nella manovra finanziaria voluta dall’amministrazione. Il punto che divide sindacati e sindaco resta in principal modo nella certezza dei pagamenti che i sindacati vogliono inserire nel nuovo bilancio prima di qualsiasi altro impegno di spesa.

Anche i dipendenti insistono su questo punto; prima gli stipendi , hanno detto in assemblea, e poi tutto il resto. La politica finanziaria del sindaco è criticata anche da Antonello Buscema, già candidato a sindaco e prossimo segretario del Pd cittadino. « Siamo al disastro finanziario- dice Buscema- La disinvolta politica economica di Torchi è stata condizionata da un clima di perenne campagna elettorale. Ora il sindaco vuole imporre nuove tasse dopo che ha camuffato i debiti. Si tratta di una pessima favola di natale.»

La ricetta del centro sinistra è semplice « Innanzitutto dobbiamo cancellare l’enorme mole di residui attivi, ovvero quelle somme iscritte in bilancio ce nei fatti non entreranno mi nelle casse comunali per le difficoltà oggettive di riscossione; basti pensare al fitto del tribunale che grava per quasi sei mila euro».