Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1156
MODICA - 15/12/2007
Attualità - Modica - Shopping e solidarietà nel progetto del Polo Commerciale

"Un Natale che c´è"
anche per i meno fortunati

In collaborazione con la Confcommercio e l’assessore provinciale alle politiche sociali Raffaele Monte Foto Corrierediragusa.it

«Un Natale che c’è», anche per i meno fortunati. Quest’anno le iniziative del Polo commerciale hanno il sapore della solidarietà. A cominciare dallo stesso claim del progetto, il Natale 2007 è stato pensato dagli imprenditori con un significato di fondo che travalichi l’attenzione ai profitti.

In tempi duri in cui le ristrettezze economiche colpiscono un po’ tutti, le aziende hanno pensato di venire incontro a quanti versano in situazioni particolari. E’ il caso dei bambini ricoverati nei reparti di pediatria degli ospedali di Ragusa, Modica e Vittoria, ai quali verrà consegnato un pacco dono contenente dolci e giocattoli.

Un’iniziativa che il Polo ha concretizzato in collaborazione con la Confcommercio e l’assessore provinciale alle politiche sociali Raffaele Monte. Un Natale meno frivolo che regali un sorriso anche alle 30 associazioni di volontariato sparse per la provincia e ai loro assistititi. I pacchi dono saranno distribuiti in questi giorni dall’associazione «La spesa solidale».

«Il binomio shopping e solidarietà fornirà una nuova immagine della città ai visitatori ? dichiara il presidente del Consorzio Polo Commerciale Girolamo Carpentieri ? nell’ottica di un Natale che ci deve essere davvero per tutti». Il corso Umberto sarà il centro pulsante dell’altro aspetto dell’iniziativa, che si concretizza con un info point in cui i visitatori potranno esprimere le loro opinioni sul commercio, ricevendo gadget e informazioni.

Una base di partenza affinché gli imprenditori rafforzino i legami tra loro in base alle esigenze dei consumatori e nell’ottica di una sinergia che elimini divergenze e conflitti, fornendo all’esterno l’immagine di un commercio unitario e omogeneo. Un concetto ribadito dal presidente dell’Ascom Roberto Adamo e appoggiato dall’assessore allo spettacolo Tato Cavallino.

(Nella foto in alto da sx Raffaele Monte, Girolamo Carpentieri, Roberto Adamo e Tato Cavallino. Sotto, lo stand info point di corso Umberto I)