Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 842
MODICA - 25/10/2010
Attualità - Modica: per il sindacalista la città è stata "scippata"

Per Rando l´archivio Azasi deve ritornare a Modica

Perchè costituisce memoria storica della città
Foto CorrierediRagusa.it

L’archivio dell’Azasi deve ritornare a Modica. Lo sostiene il sindacalista Salvatore Rando (nella foto) che ritiene importante conservare una memoria storica della città. L’Azasi infatti è nata a Modica negli anni 60’ per iniziativa della classe politica locale e del parlamentare Dc, Nino Avola in particolare, e l’archivio costituisce memoria storica della città. Rando si appella al sindaco ed agli stessi cittadini perché si facciano promotori di iniziative perché l’archivio venga custodito in un luogo significativo.

E non faccia la fine dell’archivio dell’ospedale Maggiore, a suo tempo trasferito a Ragusa nella sede dell’Asp. Il sindaco Antonello Buscema in un suo recente contatto con l’amministrazione provinciale che sarà custode dell’archivio si è detto disponibile perché l’archivio possa ritornare nella disponibilità della città.