Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1087
MODICA - 24/10/2010
Attualità - Modica: il vice sindaco ed assessore infuriato per una gaffe lapalissiana

Enzo Scarso: "Quelle 20mila cartine sono da buttare"

Gli errori non si contano nella cartina turistica patrocinata dall’assessorato al turismo e realizzata da una cooperativa che ha sede ad Ispica
Foto CorrierediRagusa.it

Ventimila cartine da buttare. Gli errori non si contano nella cartina turistica patrocinata dall’assessorato al turismo e realizzata da una cooperativa che ha sede ad Ispica. "Deve scomparire dalla circolazione al più presto", ha intimato il vice sindaco ed assessore Enzo Scarso (nella foto), cui sono arrivate già le centinaia di proteste raccolte dalle operatrici dell’ufficio turistico di corso Umberto. Le cartine sono state distribuite da qualche settimana in tutti i locali ed i luoghi di ritrovo della città, offerte ai turisti ma in molti casi non c’è corrispondenza tra la realtà e le indicazioni fornite. Sembra una cartina da caccia al tesoro che un supporto valido per la visita della città.

Non esiste per esempio la via Modica Ragusa che è il naturale prolungamento di corso Umberto in direzione del capoluogo. Per scendere da Modica Alta si attraversa vi Nino Barone ma non esiste via Fontana, importante arteria di collegamento tra la parte alta e bassa della città, cancellata a piene mani. Non va meglio al viale della Costituzione al polo Commerciale ancora classificata come Strada Statale 115 e sempre al S. Cuore per gli estensori della cartina c’è «Tre piedi» ma non , come dovrebbe essere «Treppiedi». Ed anche nel centro storico non mancano refusi ed indicazioni errate. La confusione è insomma totale ed ha mandato su tutte le furie l’assessore che, se non i danni, chiede almeno il ritiro della cartina.