Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1226
MODICA - 08/10/2010
Attualità - Modica: destino avverso per l’organismo

Il Consorzio avicolo ibleo c´è, ma la Regione lo disconosce

L’organismo opera soprattutto nel modicano, ha una capacità produttiva di 260 milioni annui di uova da consumo e nei due mattatoi locali macella oltre otto milioni di polli da carne

"Il consorzio c’è ma non è riconosciuto. Le aziende che nella scorsa primavera hanno dato vita al Consorzio Avicolo Ibleo sono preoccupate perché l’assessorato regionale alle Attività produttive non ha riconosciuto il Distretto Produttivo Avicolo. L’ufficializzazione del Consorzio infatti porterebbe a finanziamenti ed agevolazioni per tutte quelle aziende che si sono unite per migliorare la qualità dei loro prodotti ma soprattutto per tamponare gli effetti della crisi.

Il Consorzio opera soprattutto nel modicano, ha una capacità produttiva di 260 milioni annui di uova da consumo e nei due mattatoi locali macella oltre otto milioni di polli da carne tanto da risultare il secondo per fatturato e produzione dopo quello romagnolo. La filiera agroalimentare avicola locale si sviluppa attraverso allevamenti sia di polli da carne che di galline ovaiole, l´incubazione di uova da cova, la produzione di mangime, la lavorazione e smaltimento della pollina, la macellazione delle carni, la lavorazione, confezionamento, distribuzione e commercializzazione al dettaglio di tutte le produzioni avicoli fino ad arrivare al consumatore.

Proprio per difendere e valorizzare questa realtà nello scorso aprile su iniziativa dell’amministrazione provinciale, del comune di Modica, della Camera di Commercio, di enti privati e con la collaborazione delle università di Catania e Messina fu elaborato il patto presentato alla Regione che avrebbe dovuto portare al riconoscimento. «Siamo ancora in attesa- dice il presidente del consorzio, Franco Savarino- Malgrado le continue assicurazioni ricevute da parte dei funzionari dell´Assessorato Regionale alle Attività Produttive, il Distretto Produttivo Avicolo, l´unico nella Regione Sicilia, ad oggi non è stato ancora riconosciuto. La particolare crisi che attraversa il settore ha fatto crescere nelle imprese il desiderio di stare insieme per affrontare meglio le difficoltà sia attuali che quelli futuri del comparto ma i nostri sforzi sono stati frustrati».