Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1388
MODICA - 08/10/2010
Attualità - Modica: la situazione diventa sempre più insostenibile

Dipendenti comunali di Modica in agitazione per gli arretrati

La Cisl ha chiesto un dettagliato piano di pagamenti

C’è fermento tra i dipendenti comunali. Ci sono due stipendi arretrati da pagare e soprattutto non ci sono certezze da qui alla fine dell’anno. L’assemblea convocata ieri a palazzo S. Domenico dalla Cisl ha portato a galla il malumore degli iscritti anche se Cgil Uil e Diccap hanno preferito tenersi alla larga volendo attendere la convocazione del sindaco, già fissata per lunedì. «Vogliamo avere certezze- dice il segretario aziendale della Cgil Salvatore Terranova- Informeremo poi gli iscritti per eventuali iniziative da prendere».

Se il fronte sindacale procede in ordine sparso compatto è invece il disagio dei dipendenti che senza alcuna remora hanno deciso ieri di attuare lo stato di agitazione del personale e di procedere all’occupazione dell’aula consiliare se non interverranno fatti decisivi nei prossimi giorni. La Cisl ha chiesto un dettagliato piano di pagamenti per gli stipendi ed i compensi arretrati alla luce delle difficoltà di cassa accusate dall’ente.

Secondo un calcolo della Cisl fino a dicembre ci sarebbero solo due milioni di entrate destinate agli stipendi provenienti dalla rata dello Sato; una somma che servirà a coprire solo uno stipendio mentre per gli altri cinque, tra arretrati e quelli fino a dicembre l’ente dovrà coprire con propri fondi visto che la Regione non erogherà anticipazioni. Sul fronte sindacale anche l’Isa ha preso l’iniziativa ed ha invitato gli altri rappresentanti a fare fronte comune e a non disperdere le forze.