Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1251
MODICA - 04/10/2010
Attualità - Modica: l’amministratore Martino Modica rivendica i suoi meriti

Modica Rete Servizi porta risparmio e adesso batte cassa

L’amministratore unico della società ha chiesto al sindaco l’erogazione di cento mila euro mensili rispetto ai 60 mila che il comune versa

Il depuratore va, il risparmio c’è ma la Modica Rete Servizi batte cassa. Per l’ordinaria gestione dell’impianto di contrada Fiumara e per il pagamento dei debiti pregressi l’amministratore unico della società ha chiesto al sindaco l’erogazione di cento mila euro mensili rispetto ai 60 mila che il comune versa. «Abbiamo fatto risparmiare un milione 300mila euro ai cittadini –dice l’amministratore Martino Modica- Abbiamo ridotto le spese, migliorato l’efficienza dell’impianto ed i risultati si vedono.

Fino al 2009 per la depurazione delle acque si è speso un milione di euro a seguito del contratto d’appalto stipulato nel 2007 tra la Modica Rete Servizi ed il Comune di Modica; a queste somme bisognava aggiungere le spese extra gestione. Queste spese con la gestione mia e di Silvio Iabichella sono state azzerate e non è cosa da poco se si analizzano le cifre. Parliamo dei 280 mila per il noleggio e riscatto dei rotori a cui dobbiamo aggiungere le spese di installazione e di espletamento della gara oppure dei 400.000,00 euro per il noleggio dell’ossigeno.

Dal 2009 abbiamo risparmiato 241 mila euro prima e 136 mila quest’anno.Con il comune abbiamo inoltre concordato la riduzione del contratto a 780 mila euro l’anno contro il milione che serviva in precedenza per cui arriviamo facilmente ad un milione 300 mila euro». Martino Modica non va fiero solo dei risparmi ma anche dell’efficienza dell’impianto visto che da una indagine di Goletta Verde Modica non risulta nella lista nera degli impianti di depurazione che non funzionano.

Per risparmiare ancora e dare un servizio alla collettività e soprattutto all’agricoltura l’attenzione è ora concentrata sui fanghi. Dice l’amministratore « Fino al 2009 la percentuale di secco oscillava tra il 10-12 per cento e con queste percentuali l’ATO a volte non ci faceva scaricare nè a Vittoria nè a Ragusa ,adesso raggiungiamo percentuali del 30-35 per cento; significa che estraiamo dal processo del terriccio che raggiunge circa 200 tonnellate al mese rispetto alle 400 medie dell’anno 2007. E quando si conferisce in discarica si paga a peso.

La nostra sfida è quella di trasformare questi fanghi da inutile prodotto a risorsa per i cittadini. Potremo risparmiare 400-500 mila euro ad anno e nello stesso tempo fare risparmiare i nostri agricoltori che potranno usufruire di concime gratuito se saremo in grado di riutilizzare i fanghi invece di conferire in discarica».