Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 757
MODICA - 02/10/2010
Attualità - Modica: sono 44 le nuove nomine nella diocesi di Noto

Don Corrado Lorefice nuovo vicario foraneo di Modica

Il giovane sacerdote succede a don Umberto Bonincontro Foto Corrierediragusa.it

Sono 44 le nuove nomine nella diocesi di Noto. Mons. Antonio Staglianò ha voluto rinnovare oltre la metà delle cariche affidate nel segno del ringiovanimento dei quadri e dei suoi più stretti collaboratori. Le nomine sono arrivate a conclusione del convegno diocesano e toccano tutte le articolazioni della chiesa netina a cominciare dal vicario generale.

Dopo trenta anni esce di scena per motivi di anzianità Mons. Francesco Guccione, che è stato il vice di quattro vescovi dagli anni 60’ in poi. La sua carica è stata affidata a don Angelo Giurdanella, 26 anni, già assistente dell’Azione Cattolica. Tre i vicari episcopali; quello per la cultura, Don Ignazio Petriglieri, per la pastorale, Don Rosario Gisana e per il clero, Don Corrado Lorefice. A quest’ultimo il vescovo ha affidato anche il vicariato di Modica. Don Carmelo Lorefice, arciprete di S. Pietro, è dunque il nuovo vicario foraneo e prende il posto di Don Umberto Bonincontro che ha rappresentato il vescovo in città per oltre dieci anni. Cambiati altri quattro vicari; ad Avola, Don Maurizio Novello, a Noto, Don Adriano Minardo,a Pachino Don Gaetano Asta e a Scicli don Nunzio Di Stefano.

Anche l’ufficio delle comunicazioni sociali, prima affidato a Don Umberto Bonincontro ha cambiato guida; Mons. Staglianò ha infatti nominato Don Rosario Sultana mentre Don Bonincontro è stato nominato responsabile per i gemellaggi. Tre i nuovi parroci nominati, tra questi Don Rosario Palacino che guiderà la parrocchia di S. Teresa a Modica Alta. Nella sua opera di rinnovamento il vescovo ha anche creato due comunità di parrocchie di cui una a Modica; la comunità di parrocchie del S. Cuore, della Madonna delle Lacrime e di S. Luca è stata affidata infatti come vicariato a Don Cristian Barone. Le decisioni maturate dal vescovo non sono arrivate inattese al convegno diocesano visto che da tempo Mons. Staglianò aveva annunciato la necessità dello svecchiamento ed è fautore di una chiesa che sia più presente nel territorio.

(Nella foto da dx don Corrado Lorefice assieme a don Carmelo Lorefice)