Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 778
MODICA - 08/09/2010
Attualità - Modica: per il direttore della Caritas di Noto bisogna ripensare il ruolo delle famiglie

Città degradate, per la Caritas serve un patto sociale

«Ognuno deve assumersi la propria responsabilità –dice Maurilio Assenza- C’è un cammino comunitario da intraprendere».

Contro il degrado delle città la Caritas chiama in causa famiglie, scuole ed istituzioni. Il presidente della Caritas diocesana, Maurilio Assenza, coglie l’occasione della prossima apertura dell’anno scolastico, dell’anno pastorale e dell’anno sociale per una riflessione su quello che avviene nelle nostre città

«Si moltiplicano furti, moto scorazzano nel centro storico con grave pericolo per tutti, crescono piccole bande che imbrattano e rompono. Sono sintomi preoccupanti di processi più profondi che mettono in pericolo il patrimonio e il tessuto sociale della città. Per questo bisogna fermarsi e reagire a tutti i livelli».

Per Maurilio Assenza fondamentale è il ruolo delle famiglie che devono riappropriarsi del proprio ruolo con genitori che dedichino più tempo ai figli e fissino paletti e confini ben precisi. Alla chiesa e dunque alle parrocchie Maurilio Assenza assegna il compito di vivere un cristianesimo incarnato ed evangelico mentre alle scuole tocca il compito educativo pur con tutti i limiti di una riforma che taglia il tempo scolastico e riduce le risorse. Il direttore della Caritas netina chiede poi politiche sociali efficaci agli enti locali. E’ il momento di programmare il Piano di zona con il quale si prevedono interventi nei quartieri periferici per il sostegno educativo ai giovani ed del tempo libero. «Ognuno deve assumersi la propria responsabilità –dice Maurilio Assenza- C’è un cammino comunitario da intraprendere».