Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1101
MODICA - 10/12/2007
Attualità - Modica - Denuncia della locale Cna

Gli imprenditori edili privati
di una rappresentanza
in commissione edilizia

Il motivo sarebbe da ricercare nelle nomine meramente politiche Foto Corrierediragusa.it

Una commissione edilizia formata in base alle mere nomine politiche e dalla quale sono stati tagliati fuori gli imprenditori del settore edile, che avrebbero invece gradito avere voce in capitolo con un loro rappresentante in seno all’organismo.

La circostanza è stata denunciata dalla locale sezione della Cna in un documento firmato dal presidente Piero Bonomo e dal responsabile organizzativo Carmelo Caccamo (nella foto).

«Esprimiamo ? scrivono nella nota ? il nostro rammarico per la delibera sulla composizione della commissione edilizia, che non ha tenuto affatto conto della nostra legittima richiesta. Sia la giunta che il consiglio comunale ? proseguono Bonomo e Caccamo ? hanno fatto orecchie da mercante, non prevedendo in seno all’organismo la presenza di una figura in rappresentanza degli imprenditori del settore delle costruzioni, nonostante costituiscano una categoria trainante dell’economia modicana.

Ma il sindaco Piero Torchi in persona ? si legge testualmente nel documento ? ci ha confermato che le sue sono nomine politiche e che di conseguenza non è previsto l’inserimento di alcun componente quale rappresentante degli imprenditori edili».

La Cna ritiene comunque che il consiglio comunale sia ancora nelle condizioni di modificare la propria deliberazione «affinché la commissione edilizia si possa avvalere del prezioso contributo di un imprenditore edile che vive quotidianamente le problematiche della categoria. In caso contrario ? chiude la nota ? ci si troverebbe dinanzi a un caso anomalo, visto che in tutti i comuni questa figura è presente e addirittura in quello di Ragusa vi sono due rappresentanti».

La Cna non si spiega questa chiusura visto che una rappresentanza in seno alla commissione edilizia non è stata negata a tutti gli altri ordini professionali.